sabato 11 dicembre 2021

Aggiornamento al 10 dicembre 2021 ------------------------------------- cambi

Che periodo intenso.

Tanti cambi, tutti insieme, tutti importanti.

Ma se c'è una cosa che ho imparato, è che l'Universo non fa avvenire niente per caso. Ed alla fine, quello che sembra una iattura, può diventare un'opportunità.

In fondo noi stessi ci tiriamo dietro certi eventi. La fomosa teoria per la quale ognuno di noi "crea la sua realtà" è anche questo, e non ha nulla di magico. È solo la tendenza, se ci lasciamo andare, ad indirizzare la nostra vita nella direzione che vogliamo, verso la linea di minor resistenza, magari inconsciamente.

Anche voi ultimamente siete molto silenziosi. Che questo sia un periodo di cambi per tutti?

Passiamo alla "ciccia"

Il dollaro rimane forte...


...
e secondo me questo è un ulteriore periodo di distribuzione, prima di un ulteriore rafforzamento.

Il trentennale idem. Possiamo rischiare e fare di più, ma di questi tempi per me è meglio avere rendimenti sicuri e capital gain a rischio zero. Comunque abbiamo toccato quota 1.667%. Ricordo che il primo target era intorno ad 1.6%, e potremmo averlo già raggiunto. È altamente probabile anche che non vedremo più quota 2% per un po'.

Osserviamo che la curva dei tassi si sta appiattendo.

Tipico segnale di recessione. 

Il petrolio è ingabbiato nel canale in figura. Vediamo se ha già iniziato a distribuire per la prossima discesa con obiettivo a lungo di 15$.

Il rame è in distribuzione (sempre secondo me) e quindi sono rientrato allo scoperto.


Per finire l'oro, l'unico che mi preoccupa nel breve.


Sono sicuro che arriverà al prossimo giro almeno a 2200$, ma ho paura che prima dovrà fare un bel tuffo, con resistenza intorno ai 1600$.


Link all'aggiornamento precedente


25 commenti:

  1. Grazie ai consistenti aumenti dei prezzi in USA, i tassi d'interesse reali, al netto dell'inflazione, sono scesi a livelli record.

    I tassi reali negativi sono rarissimi. Ci sono stati negli anni '70, negli anni '50, negli anni '20 e nel 1908. Tutte le volte sono seguite delle crisi di fiducia nel sistema monetario vigente in quel momento (ad esempio, nel 1908 la prima fuga di capitali dalle banche, negli anni'20 la Grande Depressione, negli anni '70 l'abbandono del gold standard sul dollaro).

    Un quadro del genere, se volessimo dare retta alla storia, dovrebbe spingerci a investire sull'oro fisico come se non ci fosse un domani, ma siamo in un'epoca in cui le èlites finanziarie hanno trovato il modo di aggirare i meccanismi autocompensativi dell'economia, quindi potrebbero volerci anni perché questa situazione sfugga di mano e si presentino le conseguenze già avvenute nella storia.

    RispondiElimina
  2. Ciao a Tutti. Ho problemi tecnici continui e mancanza di tempo cronica che non mi permettono di scrivere (comunque c'è poco di nuovo da dire...). Ne approfitto qui per farvi gli auguri di Buon Anno! A presto Ivano.

    RispondiElimina
  3. Oro, bond US 30Y, azionario, in ugual quota parte. Bitcoin da holdare. Il mio PT perfetto.

    RispondiElimina
  4. Il vero megatrend green sarà l'energia atomica.
    Conoscete 1) ETF sulla commodity URANIO 2) ETF settoriali sull'industria estrattiva dell'uranio?
    TX

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io avevo già menzionato CAMECO. Ancora non sono entrato perchè aspetto un segnale buono. Altrimenti ETF codice URA sempre NYSE. Purtroppo non ci sono come per la blockchain (Reply) aziende su borsa italiana.

      Elimina
  5. Un disastro I Treasury. Vabbe che recupereranno, ma persa ennesima occasione di vendere e ricomprare. Non parlo di trading stretto, ma di 2 o 3 operazioni annue. Inutile negare che non sono stato in grado di seguire "chi sa". Zero azionario, quasi tutto in Treasury lunghi e un po' di oro. Sono un disastro. Che delusione.
    Trx

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Però non potete saltare ad ogni movimento contrario. Se non ce la fate lasciate perdere. Oppure mettere su un portafoglio tipo all weather. Lo abbiamo detto 10.000 volte. Io quest'anno non li ho toccati, sono in pareggio (ma ho preso i dividendi) e con parte del portafoglio sto facendo trading sui titoli dello STAR. O credete che ci sarà deflazione (come penso io) oppure pensate che avremo iperinflazione (e allora in bocca al lupo perchè è tutto sopravvalutato). Ciao e coraggio, che i veri problemi sono altri in questo momento.

      Elimina
    2. Ovviamente la delusione si circoscrive al rendimento del ptf. So benissimo che ci sono temi più importanti nella vita,in primis la salute. Resta il fatto che a fare un leggero trading sui Treasury, si sarebbero fatti gain dieci volte maggiori delle cedole percepite e molto maggiori a quello sullo Star con cifre irrisorie a confronto. Cmq bastava mettere il denaro su eft globale azionario di Vanguard e dimenticarselo. Magari tra 3 anni (esempio) sarò qui a esultare per il Treasury 2050 a 150,ma per ora siamo in pari con cambio in leggera perdita.
      Tex

      Elimina
    3. Ma di tanti strumenti tu vuoi fare trading coi treasuries? Se vuoi fare quello, usa le azioni su borsa italiana che hanno un carico speculativo niente male.

      Elimina
    4. Continui ad ignorare ciò che voglio dire. L'importante è guadagnare e, al momento, coi treasury non si è guadagnato nulla casettandoli. Lo avresti fatto comprando e vendendo un paio di volte l'anno. Oppure comprando azionario globale o so 500. Dati di fatto. Le cedole, attualmente, non coprono nemmeno l'inflazione. Basta fare la spesa, per non parlare delle bollette, per toccare con mano quanto è aumentato il costo della vita. Semplicemente, sempre al momento, ho cannato di brutto su tutta la linea. I Treasury sono, al momento ancora, un cavallo perdente.
      Sono io responsabile delle mie azioni, non tu, cmq. Chi ti segue non ti può addossare alcuna colpa.
      Tex

      Elimina
    5. Se vuoi guadagnare lavora, a meno che tu non abbia da parte dal milione in su per vivere di rendita. Forse c'e' un equivoco di fondo: l'importante oggi non e' guadagnare, ma tenere i soldi al sicuro della piu' grande bolla della storia. Niente copre l'inflazione oggi con un basso/medio rischio, perche' i prezzi non salgono per colpa dell'inflazione ma della SPECULAZIONE e delle misure green che sono fatte SCIENTEMENTE per impoverire l'umanita' (soprattutto europea). C'e' meno produzione ma aumenta il prezzo dell'energia. Ci sono meno pozzi? C'e' meno gas in Russia? Il legname costa di piu': il covid ha distrutto le foreste per caso? Ho ripetuto fino alla nausea che per salvarsi da questo attacco bisogna diventare INDIPENDENTI. Energia, cibo, acqua, poca necessita' di muoversi, inventarsi lavori da casa, comunita' di gente che ha capito dove stiamo andando... Non viviamo un periodo normale dove puoi fare certi investimenti e puo' bastare. Preparati perche' la prossima botta arrivera' sull'acqua.

      Elimina
    6. Certo che coi Bond puoi fare trading inteso come speculazione. Sia i BTP che i Bond di ogni altra nazione. Io preferisco usare i Bond US 30anni, perchè assolutamente sicuri in valuta riserva globale.
      Ci sono 3 approcci: 1) holding, cassetti, tieni e te li dimentichi: intanto incassi cedoline, sicure, in USD che rivaluta pure, al 12,5% tassate; 2) compri in basso, vendi in alto, ricompri in basso e così via. I movimenti giornalieri sono piccoli, ma il trend costante in alto o basso, per tot giorni. Quindi operi su più giorni. Per questo meno volatile delle azioni; e se resti incastrato, cedoli. 3) 50% cassetti, 50% trading. Il top.
      Ripeto: le cedole sono piccoline ma SICURE e tassate poco.
      Considera che ci sono queste correlazioni empiriche sul Bond US: se azionario scende, bond sale e pure USD. Ma non sempre. Vedi crisi covid: crollo azionario e bond US schizzato to the moon.
      Se no fai trading sulle cripto e vedrai che montagne russe.
      Si guadagna sul lungo periodo. Sia cassettando che tradando. Con money management sempre. Devi capire che persona sei: reggi lo stress da perdita guadagno? vuoi sederti come un buddha e fottertene?
      Cmq in Italia ora il problema è noto: siamo in dittaura sanitaria. Il vero focus deve essere SALVARE LA PELLE E I RISPARMI.

      Elimina
    7. Oltretutto il trading sui Treasuries a 30 anni funziona molto bene usando come indicatore un semplice oscillatore come l'RSI.

      Elimina
  6. In questo intervento hai scritto' "È altamente probabile anche che non vedremo più quota 2% per un po"
    Abbiamo superato i 2,10...
    Cosa è successo, secondo te?
    Grazie.
    Tex

    RispondiElimina
    Risposte
    1. in realta' a quella quota siamo rimbalzati indietro. E' successo l'improbabile, non mi aspettavo rintracciassero tanto, ma alla fine a me interessa il trend in atto dagli anni '80, e quello e' inesorabile. Aspetto la FED che alzi i tassi, dicono da un anno e mezzo che va fatto ma stiamo ancora allo stesso punto...

      Elimina
  7. Buongiorno,
    BuonAnno a tutti !!!!
    Perdonate se abbasso il livello della discussione in corso,
    con una questione di botteguccia relativa a quel mercato rionale delle smallcap di BorsettaItaliana.
    Molti anni e kg fa, come altri svenurati ingenui neofiti, avevo intravisto in tycoon made in Sardinia un vovello Napoleone della New Economy...e però quello sberlone finanziario mi ha rimesso piedi a terra, da lì ho cominciato ad approfondire, ricercare, riflettere, diffidare delle moda, magari fare poca operatività ma su cose che ritengo di comprendere....ad esempio un po' di cassetto a scopo dividendo, sulle utility e gli assicurativi...della serie cane scottato (come dicono in Francia) ha paura apure dell'acqua fredda !!!!
    Tutto ciò premesso,
    nelle settimane passate sono uscite notizie di stampa sul progetto di fusione tra Linkem e Tiscali.
    Per chi volesse approfondire,
    https://www.corrierecomunicazioni.it/telco/linkem-verso-il-controllo-di-tiscali-nasce-il-quinto-operatore-del-fisso/

    due conticini:
    da quanto ho letto, l'attuale Tiscali nel progetto di fusione viene valorizzata 68 mln,
    mentre ai corsi di borsa attuali capitalizza circa 107 mln, al prezzo di 1 azione = 0.01705 (rilevato oggi 13/01/2022 in tarda mattinata),
    con una extra-valutazione implicita del 57%....allora
    il fair value di una singola azione, post fusione, dovrebbe arrivare in area 0.01106,
    considerato che l'intero capitale attuale finirà in minoranza e non vedo perchè il mercato dovrebbe, se il progetto va in porto,
    riconoscergli un qualche premio.
    A logica, sarebbe da shortare senza pietà.
    Cosa ne pensate??
    Saluti.
    Moris

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Moris, buon anno anche a te.

      Dove hai letto che Tiscali nel progetto di fusione viene valorizzata 68 mln? Non sono riuscito a trovare questo dato che mi pare un po' strano.

      Comunque sia in un'operazione di fusione si può guadagnare facendo arbitraggio tra il prezzo di negoziazione della società acquisita e il prezzo dell'accordo. Di solito, infatti, quando una società A assume il controllo di una società B è disposta a pagare alla società target un prezzo per azione superiore al prezzo per azione negoziato in borsa per questa società (premio). Quindi l'operazione di arbitraggio consiste nel comprare le azioni della società B, all'avvicinarsi della data di chiusura dell'accordo, fino a che il suo prezzo di borsa tende a chiudere lo spread creatosi. Nello stesso momento si tende a shortare le azioni della società acquirente. La speranza è, ovviamente, che l'accordo venga chiuso con successo.

      Detto questo la fusione tra Tiscali e Linkem retail mi sembra un'operazione piuttosto nebulosa (a me pare tanto una fusione tra due ciofeche), dal momento che non conosciamo il valore reale di Linkem. Ma forse è proprio quello che vogliono. L'unica cosa che sappiamo è il rapporto di cambio di 5,0975 azioni Tiscali per ogni euro di quota di capitale sociale di Linkem Retail. All'ultimo valore di 0,0175 euro sappiamo che ci saranno 5,0975 azioni Tiscali x un valore di 0,0892 euro (5,0975 x 0,0175). Ma mancando il dato di quanto vale Linkem retail non possiamo calcolare neppure il valore di Tiscali che scaturisce dall'accordo. Tuttavia poichè 1 euro diviso 0,0892 fa 11,21 possiamo supporre che Linkem retail valga 11,21 volte più di Tiscali.

      E' mia opinione personale che, fino alla conclusione dell'accordo di fusione, i prezzi di Tiscali rimangano piuttosto costanti intorno al valore odierno.

      Concludendo, l'operazione di fusione è, secondo me, poco trasparente e personalmente non prenderei posizioni in proposito.

      Elimina
    2. Ciao Fabio,
      avevo letto un report di web sim sull'operazione di fusione,
      con ogni probabilità il valore di 68 mln circa era riferito alla valutazione NOMINALE del capitale sociale pre-fusione.
      Nell'ultimo anno è stato emesso un prestito obbligazionario convertibile per un importo MAX di 21 mln di euro, di cui 18 coperti da aumenti di capitale già svolti a fronte della conversione, ed ulteriori 3 da completare nel prossimo futuro, prima della fusione.
      Per il valore di Linkem spa, si stimava circa 1 mld di euro, in base ai multipli di settore sull'EBITDA, in vista della sua quotazione in borsa, che però non è andata in porto.
      Forse il solo ramo d'azienda retail, oggetto della fusione con Tiscali, si aggira intorno a 250 mln di euro e pure meno.
      Hai ragione, meglio attendere il deposito del PROGETTO di fusione e avere maggiori info.
      Saluti.
      Moris

      Elimina
  8. Ivano cosa usi per shortare il rame?
    Il 30y usa sta ancora sopra il 2...vedremo se questa discesa delle borse sarà duratura.
    Grazie.
    Tex

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ETF codice SCOP. Smettila di guardare i treasuries in continuazione (a meno che tu non voglia tradarli), tanto avverra' tutto in pochi giorni, come nel marzo 2020.

      Elimina

ATTENZIONE: Postando un commento accetti la privacy policy di questo sito, redatta in adempimento dell’art. 13 del D. Lgs. 196/2003 e dell’art.13 del Regolamento UE n. 2016/679. La privacy policy è visibile da tutte le pagine del blog mediante link nel menù principale in alto a destra.