domenica 19 novembre 2017

Aggiornamento FTSE MIB al 17 novembre 2017

Ho deciso che in questi report settimanali inizierò a parlare un po’ più di attualità, ovviamente relazionandola al mondo economico. Soprattutto se in borsa...










...accade poco o nulla. 

Ogni settimana c’è molto di cui discutere, ma poco tempo per farlo (almeno per me). Meglio riassumere tutto in una volta, come facciamo con Piazza Affari.

Ultimamente c’è stato il ritorno nel listino di BMPS. I soliti ganzi (o meglio gonzi) che hanno ricomprato le azioni di questa sciagurata banca, si sono bevuti le ennesime promesse dei soliti politici. Niente di sorprendente, c’è stato anche chi è andato a ricevere Prodi alla stazione per... chiedergli aiuto per sostenere il PD! Viviamo in un mondo parallelo grazie all'ignoranza dilagante, perché dunque sconvolgersi?

Ma secondo voi, che ritengo essendo miei lettori e quindi gente dotata di un minimo di intelletto, poteva una società che si presentava così...

... tornare sul mercato e fare qualcosa di diverso da questo?






























C'era bisogno di vedere i bilanci, calcolare il fair-value, discutere del futuro o altre amenità? No ovviamente. Ma non solo scende la sua quotazione, si sta portando appresso tutta Milano!

Per salvare il sistema bancario che sta collassando, non bastano 20 miliardi. Quelli servono solo a sostenere la baracca fino al prossimo, inevitabile crollo (di cui vediamo solo le prime avvisaglie). Ma per gli esperti va tutto bene, secondo alcuni di loro con cui discutevo mesi fa era solo “fallita qualche banchetta”. Terminiamo constatando che dove non poterono reucci, guerre e conquistatori stranieri è riuscito il PD, distruggendo una delle banche più antiche del mondo. Niente male per gente che ancora ha il coraggio di candidarsi. Adesso tocca al Credito Valtellinese, un'altra "banchetta" del nord-non-più-ricco-come-una-volta. 

Ma la notizia della settimana è stata ovviamente l’eliminazione della nazionale di calcio dalla fase finale del mondiale di Russia 2018.

Personalmente non me ne frega una beneamata cippa di cazzo (così, per estrema chiarezza), ma da appassionato di economia e finanza non posso che far notare (ancora) l’ovvio: come tutti i business, anche quello del calcio va male, perché l’Italia sta economicamente morendo.

Anche qui ci sarà qualcuno che mi darà del "complottista". Gli consiglio questa lettura, perché in fondo è tutto un gomblotto o una fake news e l’€uro è solo una moneta. Chissà forse ora che hanno toccato il calcio (toccate agli italiani le pensioni, la sanità, il conto in banca, ma mai il calcio!) qualcuno inizierà ad uscire dalla propria ignavia.

Spero lo facciano presto, perché la nuova letterina all’Italia da parte della commissione europea non sarà per gli auguri di Natale. La presidente della Commissione Jyrki Katainen dice che: 
"La situazione in Italia non sta migliorando (ma come, non eravamo usciti dal tunnel per la quarta volta? ndr), la sola cosa che posso dire è che tutti gli italiani sanno qual è la situazione (seeee, magari! Qualcuno vi ha detto niente a riguardo? ndr), quanto alle nostre decisioni ne saprete di più la prossima settimana" (...)
Poi aggiunge che "le cose non vanno bene” e gli italiani devono “mettersi in regola”. Insomma anche qui tutto come da copione: spregiudicata arroganza e testa bassa da parte dei nostri governanti.

Ricordate che vi dicevo, che la Troika era vicinissima? Ecco ci siamo quasi, devono passare le elezioni, poi saranno pronti.

E’ il momento buono per decidere: chi rimane sa cosa lo aspetta quindi o combatte, oppure subisce ma per cortesia, se lo fa, non pianga e lo faccia in religioso silenzio.


8 commenti:

  1. Tavecchio e Ventura non rinunciano al malloppo... ognuno arraffi e truffi fosse l'ultimo giorno...che ad oggi l'1% possiede piu della meta', e del diman v'e' certezza che il divario aumentera' ancora...
    visto che aumentano poveri e licenziamenti ma le borse sono 8 anni che volano....
    ormai e' gioco al massacro, ho visto ieri sera Hamburger Hill su raimovie, tutto l'esercito si arrampica sulla collina fangosa ma sulla cima arrivano in 3, gli altri scivolano sotto il fango...

    -praya-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E poi quando arrivano in cima, quei 3 che hanno ottenuto?

      Elimina
  2. Nulla, solo salvare la pelle.
    Infatti ogni buon film sul vietnam parla della (presunta) follia-assurdità della guerra, però siccome ogni libro di storia dice che guerre e conflitti (di varia scala) sono la cosa più comune, e ci metto guerre economiche e conflitti fra quattro mura, ecco si potrebbe parlare del senso o non senso della vita... ma credo qui andremmo troppo off topic...

    Fatto sta che insoddisfazione accompagna sempre l'uomo (e la donna), e cercando da millenni di trovare la soluzione a questi discorsi finiamo sempre come il cane che cerca di mordersi la coda...

    -praya-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Qui non si va mai off-topic :-)

      Per aggiungere al racconto di praya, la collina fu abbandonata poco dopo la sua conquista... E' ciò che succede a chi vuole governare il mondo: lo fa, senza rendersi conto che non serve a nulla.

      Elimina
  3. Non è che non serve a nulla, serve a rendere questa vita stretta, corta e piena di m***a (come la scala del pollaio) un pò più comoda, cioè meglio avere dubbi sul futuro dentro il tuo yacht a montecarlo che averli in mezzo a un marciapedi polveroso di una periferia di città... altrimenti non saremmo qui a tracciare i trend dei grafici, no?

    -praya-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si ma alla fine non ti da la felicità che cerchi. Questa è gente instabile, che cerca il dominio sul prossimo perché il denaro già non gli basta più. Non dico che vivere con un buon reddito non sia meglio che fare il barbone, ma che queste persone non ti mandano "in collina" per avere meno preoccupazioni del futuro o fare qualche miliardo in più.

      Elimina
  4. Grazie della risposta... visto che possiamo spaziare off-topic, avrei una domanda più tecnica.

    Come mai solitamente tutte le borse salgono (o scendono), seguendo la stessa direzione?
    Basta dare un'occhiata giornalmente sulla pagina principale di google finance, per vedere che sugli indici mondiali prevale lo stesso colore (verde, o rossa).

    Sembra quasi che vi siano pochi investitori istituzionali grossi che "fanno l'andatura" (Vanguard? Bridgewater? Blackrock?) del trend, e tutti gli altri investitori, come pesci piccoli, si inseriscono in questa corrente già tracciata.

    Certo che per far "muovere" tutti gli indici servono una capitale enorme di dollari ogni giorno: iniziano le borse asiatiche la mattina, (di solito intonate a quello che ha fatto la borsa americana il giorno prima), e poi quelle europee seguono... ma sembra che l'ago sia quella americana...

    C'è un'unica "mano" su tutte le borse mondiali, magari dettata da robot-algoritmic-computers dei piu grossi hedge funds americani, oppure è casuale?

    -praya-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Con la globalizzazione le borse sono sempre più collegate e quindi reagiscono in sincronia, tranne rare eccezioni. Quello che si può fare è vedere quali sono le borse che vanno meglio. Se osservi il DAX, scoprirai che da quando c'è l'euro è la borsa che cresce di più in Europa. Ciò è ovvio, visto che l'euro funziona solo per la Germania, ma anche utile per sapere su quali borse andare long e su quali short per massimizzare i profitti.

      Che c'è una mano (o poche mani) dietro tutto è noto e risaputo. Non a caso i pezzi grossi che muovono i mercati si chiamano "mani forti" (quelli che io chiamo CS, cioè "chi sa"). Che poi adesso la muovano i robot-trader o altri, poco importa.

      Elimina