domenica 3 luglio 2016

Aggiornamento FTSE MIB al 1 luglio 2016 - speciale BREXIT

Vediamo cosa è successo da inizio anno...









Sulla crisi cinese (?) le borse hanno aperto l'anno all'insegna dei ribassi. Mano a mano che la situazione si stabilizzava, si vedeva la formazione di un triangolo di accumulazione. Verso la fine dell'accumulazione il triangolo veniva rotto al ribasso (rettangolino verde).

Era un pacco, l'ultima gamba ribassista per controllare che tutti avessero venduto e far partire il rialzo (il prossimo grafico evidenzia l'ultima accumulazione in atto al tempo). C'era solo l'incognita BREXIT da tenere sotto controllo.

Mancavano due settimane al referendum. Per quello, la campagna di terrore in caso di uscita era iniziata già da un pezzo, ma per non sapere né leggere né scrivere, ci scappava pure il morto (anzi la morta).

L'ultima settimana prima del referendum il mercato saliva in preda all'ottimismo. Gli exit-poll erano proibiti, ma vuoi che qualcuno non li avesse commissionati aummaumma, visti tutti questi strani rialzi?
Venerdì mattina però, arriva il famoso cigno nero, che poi tanto nero non era, visto che la regina si era espressa, e spesso fa pendere l'ago della bilancia in certe situazioni. Chi segue questo blog, era tranquillo a godersi le scene di panico, rimanendo fuori da situazioni incerte. Altri che avevano scommesso e shortato giovedì sera, brindavano ad uno dei migliori colpi da quando esiste la borsa. Chapeaux a loro dunque! 

Era giustificato il ribasso? Riguardo i fondamentali si, lo spread si alzava quasi fino a 200, e l'indice doveva quindi scendere. Ma tutto questo panico era giustificato?

Sapete che... non lo so!

Vedete, al capitale piace non avere barriere, perché così i soldi circolano rapidi ed i profitti si alzano. Il lavoro ed i salari invece, risentono del libero mercato e dell'assenza di regole, perché si abbassano nella competizione globale, come i prezzi. Quindi per rispondere alla domanda bisognerebbe sapere quanti ricavi andranno persi col BREXIT, e le stime qui sono delle più fantasiose! Ce lo dirà il tempo chi aveva ragione.

Guarda caso, i paesi dove i salari sono più alti sono quelli dove vigono regole più stringenti sull'immigrazione e poca competizione professionale. Due classici esempi sono la Norvegia e la Svizzera (entrambi fuori della comunità europea, ari-gurda-caso...)

Quando in Svizzera passo il referendum contro l'immigrazione ero lì e ricordo gli imprenditori piangere ed i lavoratori ridurre l'incazzatura...

Cosa succederà ora?

Le mie di bussole sono discordanti, il BREXIT è stato l'equivalente fisico di un cambio dell'asse terrestre - ha cambiato il campo magnetico e le regole.

Nel lungo propenderei per il rialzo, ma aspetterò che giri anche l'ultimo degli indicatori. Nel medio mi aspettavo un ribasso ma l'indice sale. Nel breve, l'unica cosa possibile ora, navighiamo a vista con i segnali di T&C.

Ho quasi messo a punto un nuovo TS che opera con gli ETF in leva 5 sulle valute. Più rischioso ma credo che EmmE sia morto prima di nascere - non posso prevedere con ragionevole probabilità cosa succede in 2-5 anni su tassi e borsa se ogni volta che si vota succede il putiferio e se le banche centrali cambiano politica monetaria ogni trimestre. Bisogna mettere in piedi un fondo molto più complesso, ma ciò esula dagli obiettivi di questo blog e dal tempo che voglio dedicare ad esso, cose strettamente connesse.

Aperta parentesi
D'altronde, mi sembra che anche gli "espertoni" siano rimasti col culo scoperto, a riconferma come detto tempo fa non ricordo in che post, che quasi tutti i fondi (inclusi quelli pensionistici) sono delle sole. Quei poveracci nell'articolo sono dovuti andare sull'azionario, altrimenti coi tassi risk-free sotto zero come facevano a garantire i rendimenti attesi?
Chiusa parentesi

Le valute da un certo punto di vista sono più stabili nel lungo periodo. Questo nuovo TS sarà la prova empirica e reale che l'euro è una stronzata e che è vero che le monete devono adeguarsi ai fondamentali macroeconomici dei paesi che rappresentano per equilibrare le bilance commerciali. Altrimenti l'onere del riequilibrio passerà invece che dal lato della moneta da quello del popò dei lavoratori, attraverso l'abbassamento salariale e la disoccupazione...

Ultimo appunto sul dopo BREXIT, proprio sulle valute, che hanno seguito il loro destino. Il referendum ha solo fatto da detonatore.

La sterlina l'avevamo già vista col grafico sotto in tempi non sospetti (ora si trova a 0,83 circa...)




Lo yen sta scendendo, su Borsole ce lo aspettavamo, ed ora monitoreremo la situazione per vedere se svolterà prima del previsto.





Ed anche il franco svizzero si è rivalutato un po', anche qui abbiamo quello che sembrerebbe un cambio di direzionalità dopo mesi di svalutazione. Occhio però che la BNS è capace di intervenire pesantemente sulla propria moneta, ed ha le armi per farlo!











7 commenti:

  1. Bella ed utile disamina! In effetti con la schizofrenia delle banche centrali è difficile fare previsioni.
    C'è un'altra incognita secondo me da considerare che potrebbe cambiare le carte in tavola:l'eventuale uscita di altri stati europei dalla UE!
    Il Brexit era relativo poichè la Gran Bretagna non è nemmeno nell'Euro, ma ha avuto il merito di mettere in crisi uno degli assiomi indiscutibili della UE, cioè che non è possibile uscire dall'euro. Bè' mi spiace per gli europeisti convinti ma uscire è possibile eccome, e un bel po' di gente è incaxxata nera con l'Europa: burocrazia, austerity,attentati, immigrazione fuori controllo...Basta che un altro paese sfanculi l'Europa e l'Euro crollerebbe! Secondo me le sorprese sono solo all'inizio.

    RispondiElimina
  2. Ciao Ivano,
    intanto ti ringrazio perchè sei uno dei pochi che non getta fumo negli occhi. Avrei una domanda se posso: pre brexit ho acquistato un po' di azioni di Intesa San Paolo, scommettendo, come altri sulla permanenza del Regno Unito in Europa. Successivamente ho mediato un paio di volte e male. Ora perdo poco più del 10% del capitale. La domanda è questa: considerando ISP l'istituto più solido italiano e non avendo problemi ti tempo ad aspettare un recupero, consigli di vendere leccandosi le ferite oppure attendere un recupero, valutandolo possibile?

    Se non è questa la sede adatta per porre il quesito, mi scuso.

    Grazie. Saluti.

    Tex

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Tex grazie dei complimenti.

      Personalmente vedo ancora ribassi all'orizzonte, il BREXIT ha scombussolato tutta la situazione. Ciò non toglie che potresti vendere oggi e vedere il mercato schizzare domani, non sono un indovino.

      Vedila così, hai scommesso ed hai perso. Chi in borsa scommette invece di investire, purtroppo fa spesso questa fine. Chi ve lo fa fare di comprare prima di un evento come il BREXIT? In borsa ci si sta per fare soldi non per vantarsi con gli amici di aver centrato un colpo!

      Non è un cazziatone, ma usa questa opportunità per imparare.

      Nel momento in cui si ripartirà, il comparto bancario sarà quasi sicuramente sottovalutato. Lì bisognerà entrare.

      Come regole generali, in borsa non si media MAI, nel caso si accumula, cioè si compra poco a poco in un periodo definito (come fa CS). In questo momento, come scritto in questo articolo, la regola aurea del trading dice che nel dubbio, bisogna stare fuori.

      Ciao e posta pure tutte le domande che vuoi.
      Ivano

      Elimina
  3. Grazie per la tua risposta. Mi sorge spontanea una domanda: che differenza c'è tra mediare ed accumulare? Valuto il mediare una sorta di accumulazione. Mi spiego, nel mio caso, avendo capitale a disposizione, è impensabile optare per una sorta di pac (accumulazione) su un titolo singolo bancario? Già opero con ingressi spezzettati, usando dei segnali dati dalle medie mobili, su indici (stoxx 50 e Msci World) ma è il farlo su un unico titolo che mi da da pensare se sia profittevole con buone probabilità.

    Grazie per la disponibilità.

    Tex

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Accumuli significa che hai un piano, spezzetti la quota che vuoi investire almeno in tre e compri seguendo quella che credi sia l'inversione in corso (i famosi PS, WR, SC, AR, ST, LPS). Mediare significa che siccome hai comprato a 100 ed ora hai 90, pensi che comprare il doppio delle azioni ribassate ti faccia perdere meno perchè il prezzo medio è di 95. Invece non solo stai perdendo gli stessi soldi, ma ti sei esposto per il doppio. E se continuano a scendere le azioni, che fai?

      In breve, se sei sicuro che Intesa valga di più di quanto vale oggi, allora compra, senno aspetta. Per farlo devi rispondere alla domanda: quanto è il valore-equo di Intesa?

      Elimina
  4. Chiarissimo. Semplicisticamente stimo in 2,2 il valore equo di intesa. Sei d'accordo?

    Grazie ancora per la tua disponibilità.

    Trx

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Boh! In questo momento io farei a meno anche del conto corrente se potessi :-D

      Elimina