giovedì 11 febbraio 2016

Lezione 2 - mille siti e mille blogs di borsa e finanza

"Ma se uno è così bravo da guadagnare 3000€ al mese in borsa, perché viene a raccontare ad altri come si fa a fare la stessa cosa, per 50-100€ al mese o per un corso di poche centinaia di euro?"

Vi avevo lasciato così la volta scorsa.

La domanda è pertinente, visto che la borsa è un gioco (quasi) a somma zero, dove se uno vince un altro perde.

Se siete utenti di lungo corso, ricorderete che avevo già accennato ad una risposta a questa domanda in questo post qui.

Comunque lo spiego meglio oggi quello che penso.

Investire i propri soldi non è un lavoro normale.

In un lavoro normale, via in ufficio tutti i giorni ed alla fine del mese ti pagano, anche per quelle giornate "no" dove diciamocelo pure, non siamo molto attenti e magari non abbiamo voglia di fare nulla. 

In borsa devi stare sempre attento, ti giochi i tuoi soldi, devi saperlo fare, e puoi anche sbagliarti. Magari sei bravo, ma non hai tutto il capitale che ti serve per avere un rendimento accettabile (usare tutti i propri risparmi è da folli, sempre e comunque, per quanto si sia bravi).

Insomma è sempre rischioso - e quale miglior maniera di abbassare questo rischio se non insegnando come fare soldi agli altri, e farsi pagare per questo?

Ecco dunque spiegato l'arcano. Diffidate dalle persone che dicono di insegnarvi a guadagnare in borsa perché sembra che vogliano farvi del bene. Lo fanno perché è molto rischioso e difficile, e facendo corsi incassano senza rischio e senza dover rendere conto a nessuno dei risultati.

Ora attenzione. Ad insegnare (gratis oppure a pagamento) non c'è nulla di male.

Bisogna sempre essere chiari però. Chi ti insegna le tecniche per investire o per fare trading sa benissimo che è condizione necessaria ma non sufficiente a farti vincere. C'è tutta una parte psicologica che molti possono raccontarti, ma nessuno può insegnarti. Inoltre come tutte le materie, si può essere negati. Vi è mai capitato di andare male a scuola in qualche materia? E che non ricevevate lezioni dai vostri professori?

Dire che diventerai ricco sicuramente (e in poco tempo chiaramente), ecco, lo trovo poco professionale, soprattutto se non si capisce come. Dire che amministri milioni di euro, e riempire il tuo sito di banner pubblicitari per racimolarne qualche centinaio, suona sospetto.

Quindi riassumendo, ogni sito che trovate esiste per creare entrate supplementari più sicure per controbilanciare il rischio che il trading porta fisiologicamente con se.

Bene.

La mia di filosofia la conoscete: mettere in piedi dei Trading System che abbiano rendimenti realistici e relativi alla quantità di tempo che si dedica ad essi, per allontanarsi il più possibile dal lavoro. I TS che ho in mente hanno rendimenti calcolabili, sono semplici e non hanno bisogno di preparazione ma solo di fiducia - ecco perché è bene testarli a lungo. Eliminano così quella componente psicologica che fa fallire molti traders. Lo scopo ultimo è guadagnare, non imparare quindi. Per quello ci sono gli altri articoli del blog e le discussioni.

Può darsi che questa filosofia faccia per voi oppure no, nulla di male. Il mare di internet è pieno di pesci che aiutano a nuotare nei mercati ed è giusto che cerchiate e troviate chi più si avvicina al vostro stile di pensiero (e di rendimento atteso). Può anche darsi che scoprirò che o si fa trading 12 ore al giorno, oppure non si hanno rendimenti decenti. Chi rimarrà qui lo scoprirà con me.

Ma lasciate che vi dia un consiglio. Chiunque decidiate di stare ad ascoltare, dovrebbe dimostrarvi i propri rendimenti e le operazioni in maniera chiara e costante, e dovrebbe essere aperto alle vostre domande. La maniera con cui mostro l'andamento dei miei TS è un esempio del primo, ed il fatto che ho scelto il blog è un esempio del secondo (perchè permette lo scambio libero tra utenti, al netto delle buone maniere ovviamente).

Ora sapete perché si aprono siti di borsa e come sceglierne uno serio. Ma lo stesso vale per un consulente finanziario o una banca. Se glissano sugli argomenti delle vostre domande oppure continuano a magnificarsi di aver predetto quello che è successo, dicendolo però sempre due giorni dopo in una maniera che non è possibile verificare, e non accennano mai alle volte che hanno perso...


Beh fate voi!


Saluti
Ivano

Nessun commento:

Posta un commento