domenica 10 novembre 2019

Aggiornamento FTSE MIB al 8 novembre 2019 ------------------------- seggiolini

Questa settimana siete fortunati, qui a Bergamo ho due ore di ritardo...
...così ho il tempo di scrivere due cosette.

La prima è sulla figura sopra. Milano è in pieno mark-up. È arrivato il PD, ha bombardato tutti di tasse, e le borse hanno tirato il fiato. Poi è arrivato Draghi con un altro QE che "non faremo un altro QE!". Poi è arrivato Powell che immette miliardi a go-go nel circuito finanziario americano ma "non è un QE!"

Vedete però che la velocità di rotazione del denaro è bassa. I soldi girano poco e devono girare per sostenere il rialzo. Servono sempre più soldi infatti per far girare quel poco di economia che resta, sempre più soldi a debito per unità di crescita. La deflazione da debiti appunto.


Poi parliamo di un video di Francesco, dove è stata rispolverata la vecchia storia che se l'Italia esce dall'euro avremo l'inflazione a due cifre, che in UK causa BREXIT si sono persi migliaia di posti di lavoro e che le aziende stanno scappando.

Facciamo un rapido confronto allora:

Inflazione UK vs Italia







In UK l'inflazione è di poco sotto il target del 2%, noi stiamo andando praticamente in deflazione. 

Lavoro UK vs Italia



A me sembra che è in Europa che siamo disoccupati, non in UK, ma come dice Francesco, "guardiamo i fatti non le chiacchiere!". In fondo non c'è da sorprendersi, in UE per avere l'euro su certi livelli, i paesi DEVONO mantenere una disoccupazione fisiologica. C'è scritto nero su bianco su un documento che vi postai tempo fa.

Attenzione a non confondere l'occupazione col la deflazione salariale. Che i salari siano più bassi o non crescano è vero ovunque, ma non dipende dalla BREXIT bensì dal modello liberista, che aumenta il gap tra ricchi e poveri perchè permette ai primi di sfruttare i secondi, anche attraverso il lavoro.

Insomma, io ho messo una pietra pure su smetteredilavorare, con tutto il bene che voglio a quel sito e a Francesco. Sono ormai, dopo vent'anni di EU, totalmente intollerante a certe dinamiche.


Ora parliamo dei mitici seggiolini anti-abbandono. Avevo detto che era un modo per fare cassa con le multe oppure no? Ed ecco che la legge che doveva essere effettiva a marzo è stata anticipata... al 7 novembre! Operativa da un giorno all'altro, con i negozi sprovvisti addirittura dei seggiolini omologati ed a norma.

Ma la cosa più bella è vedere i genitori intervistati che dicono:"Beh, effettivamente c'è stato poco preavviso, dovremmo affrettarci a comprarli."

Ora dico io. Ti fanno spendere un fottio di soldi per un inutile aggeggio, perchè se dimentichi tuo figlio ad agosto in auto il problema ce l'hai tu, non il seggiolino. Nessuno che si domanda che cosa ci sarà di così importante da fare da dimenticarti tuo figlio in auto. Forse andiamo a 300 all'ora senza motivo, in questa società malata? E che cazzo ci facciamo allora con un seggiolino di merda?

Poi ti fregano, mettendoti alla merce di multe da 80€ a 300€ e perdita di 5 punti di patente, dandoti 30€ di elemosina di incentivo.

E tutto quello che sai dire è:"dovremmo affrettarci"?

Ma io avrei vomitato bestemmie in quel microfono per ore. Invece no, tutti appecorati. È un paese morto e distrutto, anche nell'animo.


Poi, non facciamo ci mancare la "plastic tax".

Sempre sul sito sopra, e su altri luoghi virtuali di sedicenti ambientalminimalisti, venivo preso per il culo quando dicevo che Greta serviva a farci digerire le nuove gabelle in arrivo. Ma va? Avevo ragione di nuovo. Ma non era difficile da capire, bastava togliersi le fette di prosciutto dagli occhi. Ma era possibile che gli inquinatori del mondo ti facevano andare a casa loro ad insultarli senza una ragione?

Dovevo chiamarli direttamente mentecatti, non gretini.


Per finire, sempre sul pezzo noi, treasury a manetta ma mi sa che per gli short bisognerà aspettare il 2020. L'S&P500 in fondo non è assolutamente in bolla, Noooooooooooooooooooooooooooo...


Mi sono comprato anche un po' di dollari, non come investimento, ma perchè a volte li uso e ritengo sia un buon momento per comprarli.

Come vi dicevo, dopo il "non QE" di Powell i tassi stanno salendo. Io non mi preoccupo e rimango dentro. Sono anche ancora dentro con 1/3 di posizione short su DAX (in perdita ovviamente) ma sto facendo hedging con la posizione long su MIB aperta a novembre 2016.

Come vedete le mie posizioni normali sono mooooolllltttoooo sul lungo (il sistema su etoro invece sarà differente).

In fondo non ho fretta: ho sempre meno spese, meno cose materiali e meno obblighi, ma non mi manca nulla. Questo è il vero minimalismo. Così si salva l'ambiente non andando dietro ai pifferai sedicenni.


Saluti
Ivano


19 commenti:

  1. Ciao Ivano, quale può essere il target del Ftse Mib di prezzo? e di tempo? fino fine 2020 x le elezioni americane poi tutto giù e fine del Toro ed inizio dell' Orso?
    Grazie Emanuele

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non lo so. Mi sembra solo che a 24000 ci sia una barriera invalicabile, visto che i fondamentali sono fermi da 15 anni. Sicuramente cercheranno di mascherare i problemi fino alle elezioni americane. Ci riusciranno?

      Elimina
  2. Bentornato Ivano e bel post.

    A mio modo di vedere tutti i mali del capitalismo globale neoliberista derivano da una legge non scritta nè mai dichiarata, ossia che il credito deve continuamente espandersi. Finchè gli Stati, le imprese e consumatori continuano a prendere a prestito sempre più tutto funziona, in mancanza il sistema muore. Questa è l'unica cosa che importa a "lor signori", nient'altro.

    Le recessioni hanno lo scopo di ripulire il sistema dai crediti inesigibili, dalle rischiose scommesse imprenditoriali fallite e dalle speculazioni eccessive, per far sì che il ciclo possa ripetersi. Ciò non è avvenuto nè con la recessione del 2000, nè tantomeno con quella del 2008 e fino a che non si verifica il nuovo ciclo economico non può attecchire. Penso che questa volta tutto sia pronto per il "grande reset".

    La stampa di denaro gratis, vero elemento scatenante delle crisi finanziarie, non è servita per far ripartire l'economia come vogliono farci credere, ma per sostenere banche che altrimenti sarebbero distrutte se il credito non fosse libero e per distribuire un sacco di soldi agli "amici degli amici" affinchè possano riacquistare miliardi di dollari di azioni proprie facendo lievitare il P/E. Il rischio di tutta questa stampa viene semplicemente trasferito ai contribuenti, che presto ne subiranno le conseguenze.

    https://fred.stlouisfed.org/graph/?g=mtiz

    Nel grafico possiamo vedere che quando la curva dei rendimenti torna ad essere non invertita dopo l'inversione la recessione è vicina (12-18 mesi massimo).
    Teniamoci stretti i treasuries.

    Infine volevo dire che, avendo un conto multivaluta con Fineco, tengo sempre anch'io una parte di liquidità in dollari americani sul conto, anche perchè tenerla in euro non rende niente, mentre in dollari rende l'1,40%.

    Fabio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che dire, non posso che essere d'accordo.

      Elimina
    2. Ciao a tutti, volevo chiedere a Fabio, che mi sembra aveva postato un Isin su un obbligazione US912810RK60 in linea al tema dei Treasury. Pensi sia sempre un buon strumento su qui puntare? Tu stai accumulando? Visto la discesa...
      Anche la tua opinione Ivano è molto gradita :)
      Amos

      Elimina
    3. Quell'ISIN è proprio quello di un Treasury e va benissimo. Ho accumulato qualcosa sotto 2,40 ma adesso non ho proprio più capitali da dedicare a questo tipo di investimento purtroppo.

      Elimina
  3. Ti ho pure scritto una mail perché ero preoccupato di non sentirti un paio di settimane fa.. :-) Bentornato Ivano, su smetteredilavorare te l'avevo detto mesi fa, ormai Francesco fa il guru ad una manica di gretini con la C ma vabbè. Sto disinvestendo parte del mio patrimonio (ahah) per spostarmi su etoro, facci sapere quando sei pronto. Per le lunghe scadenze lascio ai ricchi :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Marco avevo scritto sul blog per questo non ti ho risposto, scusami. Per Francesco non lo so, secondo me si è scelto i "consulenti" sbagliati. Ritengo che sia in buona fede, ma non posso sopportare certe uscite: tanto potere (tanti che ti seguono) richiede tanta responsabilità. Non può dire alle gente certe baggianate.

      Elimina
  4. scusa se canto fuori dal coro ma:

    Tesla fa profitto e sp500 sta a 3100, Ron Baron e Buffett vedono il dow jones a un milione fra cento anni ma voi li batterete alla grande perchè sapete quando entrare e quando uscire, sento parlare di shortare da 2400 almeno, ok ottimo sistema consigliare di shortare ma poi raccontate anche di quando perdete soldi sui vostri consigli.

    poi sento parlare di crisi nera e fine del capitalismo, ma scrivete sempre da aeroporti prima di voli intercontinentali, come vi direbbe Anna Magnani: abbasso la miseria!

    salute a tutti voi, sono passati trent'anni dalla fine del comunismo, miliardi di cinesi sono usciti dalla miseria, festeggiate ogni tanto, sennò c'è ancora Cuba o Venezuela se avete nostalgia, Hasta la Vista el pueblo unido lo sapete no? nunca sera vencido

    ~praya~

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao praya,

      hai ragione e le tue critiche sono giustificate. Permettimi quindi di fare chiarezza (se me lo concedi) su queste osservazioni, scusandomi con altri lettori perchè probabilmente ripeterò cose già dette. Scusami anche se il mezzo non permette che io posti grafici a supporto di quello che dico.

      Partiamo da TESLA: 134 milioni di profitto e 13 miliardi di debito. Ha sorpreso tutti (anche me) e rimane, finanziariamente parlando, una società fallita. Ora, che in questo mondo malato riesca a stare a galla, può anche darsi. Ma io non investo e non consiglio di investire nelle scommesse, ma su dove le probabilità sono a favore. Sennò è pieno di punti SNAI in Italia, perchè perdere tempo con la borsa? Tempo fa dissi di investire in Diasorin, a quel tempo quotava 38€. Oggi quella società ha superato i 100€ ad azione. Anche se le performance possono essere quelle di TESLA, io so che se arriva uno tsunami finanziario TESLA affonderà, mentre Diasorin ha solide fondamenta. Quindi la scelta è ovvia. Il mercato americano è in bolla, che tu ci creda o no. Se riusciranno a fare artefizi per farlo restare a galla non posso saperlo, solo alcuni possono. Ad esempio, la Germania è praticamente in recessione, e il DAX sale. Se Draghi ora stampa altri soldi e compra tutto il parco macchine della BMW, che ci posso fare? Prima o poi però i nodi vengono al pettine, quello che cambia è la magnitudine del botto. Buffet forse vede il DJ a 1.000.000 tra cent'anni, ed io posso essere d'accordo, ma oggi è fortemente liquido...

      https://markets.businessinsider.com/news/stocks/warren-buffett-berkshire-hathaway-record-122-billion-cash-warns-crash-2019-8-1028476169

      ...e dovresti chiederti il perchè.

      Da quando ho chiuso i TS perchè non performavano, ho postato aggiornamenti con le mie considerazioni e a chi lo chiedeva ho parlato delle mie posizioni. Non ho mai aperto posizioni al ribasso sul S&P500. Sul DAX, se leggi, ho scritto che sono in perdita proprio in questo post. Una cosa è sicura: su questo blog non mi vedrai prendere in giro le persone. Ricordati però anche delle cose buone che ho detto: chi è con me sui treasury da ottobre dell'anno scorso è molto felice, ed è stato anche avvisato del recente rintracciamento.

      Io mi auguro la fine del capitalismo, ma non ho mai detto che finirà, anzi, sono sempre molto pessimista al riguardo! E non ho mai negato di essere un carnefice in questo sistema, ma purtroppo, finche non trovo alternative, non ho scelta, come molti che mi seguono. Quello che faccio è vivere in questa società, predicando la sua distruzione ed evidenziando le sue fallacie. E cercando di migliorare. Un ossimoro vivente forse, ma è l'unica maniera che conosco per cambiare questo mondo. Da quando ho deciso di rallentare, sono passato da essere un impiegato ad essere un quadro che ha barattato ulteriori scatti per poter lavorare da casa ed avere la libertà di fare (quasi) ciò che vuole. Io, di fronte ad altri che per soldi o carrira lavorano 16 ore al giorno, mi sento un esempio. Ho scelto di poter portare avanti la fare la mia professione, non la mia carriera. Ho imparato ad aumentare le mie entrate, diminuire le mie uscite, ma sogno solo una casa con l'orto, e non mi attrae più quasi niente di materiale. Se tutti facessero come me e scegliessero di fermarsi per dar spazio a passioni e famiglia, il mondo sarebbe un posto migliore.

      Per chiudere, le mie considerazioni di borsa non sono mai certezze, perchè è nella natura della borsa stessa il non averne, anzi, nella natura dell'universo. Ci sono solo probabilità. Ecco perchè oggi è pieno di falsi scienziati, politici e professionisti in generale: sono tutti pieni di certezze e sanno di sapere. Non mettermi in quella categoria, non ho fatto nulla per entrarci.

      Ciao e spero che continui a seguirmi.
      Ivano

      Elimina
  5. Grande Ivano, sentivo la tua mancanza! Grazie per il post come sempre illuminante, riesci sempre ad aiutarci a tenere bene gli occhi aperti su questa società, una vera voce fuori dal coro mainstream.
    Riguardo smetteredilavorare ho abbandonato anch'io da tempo il suo blog...evidentemente è diventato troppo famoso! Però un merito devo darglielo a Francesco: grazie a lui ho scoperto il tuo blog!
    Continua così!

    Gabriele

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Trovo molti post "filosofici" di Francesco interessanti (il video sull'anarchia era bellissimo), però mi "cade" sempre sull'economia ed altri cosidetti "complotti". Ha scelto in questo senso una via che io non condivido. Grazie per seguirmi!

      Elimina
  6. Buffett è liquido proprio perchè è molto investito, mica ha venduto le sue 250 milioni di azioni apple o quelle di american express, il suo portafogli gli genera automaticamente quasi 4 miliardi di dividendi nel 2018, semplicemente aspetta un crollo per reinvestire i dividendi al meglio.

    credo che questo sia l'unico modo di investire, cioè nel lungo termine, magari con gli etf, o cmq con aziende e marchi conosciuti, non ci sono scorciatoie alla ricchezza facile, e nessuno sa cosa succederà domani, io non credo molto all'analisi tecnica.



    non ho mai comprato un'auto, spendo pochissimo e i vestiti li prendo usati.
    il mio obiettivo è fare il dividend expat e sono già a metà strada 6 mesi italia, 6 mesi fuori. quindi capisco la tua filosofia downgrade.

    ma è proprio il capitalismo che ci dà la libertà di farlo, libertà finanziaria appunto.
    L'orto è un passatempo da ricchi, il contadino è un hobby solo di chi ha tempo per farlo, ma l'orto biologico ideale di greta e di smetteredilavorare non esiste perchè chi lo fa davvero sa che ci sono parassiti insetti e malattie delle piante sempre nuovi, quindi vai di diserbanti antiparasitari e poi un anno piove troppo altro anno alluvione e quindi solo l'orto di trumpùfunziona perchè ha piante che sono modificate geneticamente per resistere a ogni cosa quindi risiamo daccapo faccio prima al discount tanto a valencia 1 chilo di arance te le tirano dietro.

    poi se uno vuol fare giardinaggio ok è un bell'hobby.

    continuerò a seguirti, c è gente intelligente qui dentro, c è gente intelligente pure nel forum dei terrapiattisti, solo che partono da premesse sbagliate.

    essere razionali significa vedere la realtà per cosi com'è, anche accettandola, invece di voler cambiare tutto l'universo secondo il nostro metro di giudizio, anche questo significa crescere. a presto

    ~ praya ~



    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se la metti che Buffet di dividendi guadagna anche se crolla WS, allora sono d'accordo. Ma se pensasse che siamo su un minimo quei soldi li investirebbe ora.

      Solo uno spunto di riflessione in più: credo che il capitalismo ci dia l'illusione della libertà, e non la libertà. Se io dovessi lavorare in una società più giusta non mi farei tanti problemi a cercare la libertà e sarei fiero del mio lavoro. Un conto è spazzare le strade per il bene della collettività, un altro è farlo per far ingrassare una società privata ed i suoi azionisti. Mio nonno era fiero di far arrivare l'elettricità nelle case degli italiani, oggi nessuno lo è, perchè il fine ultimo è il lucro di pochi.

      Per il giardinaggio non credere, non è poi così difficile. Ci sono piante che crescono quasi da sole, ed hanno un alto valore di produzione. All'inizio anche io pensavo che in fondo la frutta e la verdura costano poco, ma mi sto rendendo conto che quelle che sanno di qualcosa costano molto di più, tanto che un minimo di produzione propria è un ottimo investimento. Magari un giorno mi divertirò a quantificarlo.

      Il tempo poi, serve per qualsiasi cosa. A presto.

      Elimina
    2. "Essere razionali significa vedere la realtà per cosi com'è, anche accettandola, invece di voler cambiare tutto l'universo secondo il nostro metro di giudizio, anche questo significa crescere."

      Sono perfettamente d'accordo con te praya e aggiungerei un passaggio in più: essere razionali significa anche cercare di capire la realtà così com'è, anche se non ci piace, senza avere la presunzione di cambiarla a nostro piacimento, cosa peraltro impossibile, per costruirci una certa resilienza nella vita di oggi (nella fattispecie parliamo di resilienza finanziaria) al fine di essere preparati il più possibile per godere di una buona qualità della vita indipendentemente da come andrà a finire il futuro, per sua definizione incerto.

      Proprio per quanto scritto sopra non sono completamente d'accordo con quest'altra tua affermazione "Credo che questo sia l'unico modo di investire, cioè nel lungo termine, magari con gli etf, o cmq con aziende e marchi conosciuti, non ci sono scorciatoie alla ricchezza facile, e nessuno sa cosa succederà domani, io non credo molto all'analisi tecnica."
      Riassumendo "buy and hold" come unica strada per investire. Persino i seguaci del moderno movimento FIRE https://www.kibofin.it/movimento-fire/ seguono questo mantra che la moderna società ci vuole imporre come l'unico possibile. E' invece proprio il nostro amico Buffet ad indicarci la strada giusta per investire. Nel 2001, in un'intervista alla rivista Fortune Magazine, osservò che il suo indicatore "capitalizzazione di mercato/PIL" è probabilmente la miglior misura di valutazione del mercato azionario. Il sito gurufocus https://www.gurufocus.com/stock-market-valuations.php calcola questo indicatore giornalmente ed oggi (indicatore 146%) ci dice che il mercato azionario è "significativamente sopravvalutato". La cosa per noi più interessante è che se il mercato scendesse quel tanto da riportare il rapporto al suo valore equo (75%-90%), i rendimenti del mercato azionario nei prossimi 8 anni sarebbero negativi del 2,3% se si investisse oggi. Ma se il mercato si svalutasse in maniera tale da riportare il rapporto ad una significativa sottovalutazione (<50%), come spesso avviene dopo una grande crisi finanziaria, i rendimenti dei prossimi 8 anni diventerebbero negativi di ben il 10%.

      Nessuno sa cosa succederà domani, ma capisci perchè ci stiamo proteggendo con i treasuries. Investire oggi 100K nel mercato azionario adesso potrebbe significare non essere ancora riusciti a tornare in pari fra 10 anni. A dispetto di quanto viene detto da banche e promotori finanziari (che guadagnano solo quando tu sei dentro) il miglior momento per investire in azioni non è "oggi".

      Elimina
  7. Avendo oggi 100k, come fareste un portafoglio? Attualmente ho il 35 sui Treasury, il 7 sul Dax short, il 15 obbligazionario emergente e il resto liquidità o conto deposito.
    Mimmo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io starei attento all'emergente, almeno che non sia obbligazionario garantito in dollari e non in valuta locale

      Elimina
  8. ciao Fabio io non ho detto che investirei tutto il mio capitale adesso,

    direi che ogni mese è buono per comprare 100 euro di azioni secondo uno schema selezionato che prevede società con p/e intorno a 10-15; dividendi crescenti negli ultimi 5-10-15 anni, un dividend pay ratio inferiore al 60%, poi riutilizzare i dividendi con i 100 euro per ricomprare le azioni più sottovalutate fra quelle selezionate, e via cosi in loop.

    magari comprare meno in periodi di massimi come adesso, e comprare di più nei crolli, ma comprare sempre e soprattutto reinvestire i dividendi. ci sono tanti blogger che documentano quello che fanno e hanno buoni risultati.

    https://www.dividenddiplomats.com/

    https://www.dividendgrowthinvestor.com/2018/07/how-to-retire-in-10-years-with-dividend.html

    chi può investire 100, chi 1000, ma io non investirei 100k tutto di un botto.

    Nel 2013 Buffett prendeva il 31% annuo (crescente) di dividendi su coca cola.

    https://www.dividendgrowthinvestor.com/2013/02/warren-buffetts-dividend-stock-strategy.html

    credo sia una strategia ragionevole. ciao

    ~ praya ~

    (mi sono scelto un nick da spiaggia brasiliana...per evocare ciò che vorrei essere cioè un dividend expat su una spiaggia esotica...sognare non costa nulla...ahahah...)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie praya. Credo che Fabio intendesse parlare di uno dei problemi di queste strategie, che sono appunto i periodi necessari per riprendersi dai crolli, di solito stimabili in media in 10 anni. La tua strategia storicamente porta in cassa circa il 6% annuo di crescita (dati US). Un discreto sgobbo. Buffet fa il 30% proprio perchè si sfila prima dei crolli o riduce drasticamente le perdite in quei periodi (con varie strategie), rientrando poi nelle seguenti risalite. Ti auguro di realizzare il tuo sogno! Ciao.

      Elimina

ATTENZIONE: Postando un commento accetti la privacy policy di questo sito, redatta in adempimento dell’art. 13 del D. Lgs. 196/2003 e dell’art.13 del Regolamento UE n. 2016/679. La privacy policy è visibile da tutte le pagine del blog mediante link nel menù principale in alto a destra.