domenica 8 aprile 2018

Aggiornamento FTSE MIB al 6 aprile 2018

Quale è il segreto del successo di Warren Buffet?

Al di là di tutte le qualità e le intuizioni, la sua società guadagna nei periodi di rialzo e non perde nei periodi di ribasso.

In poche parole, prima di farli i soldi sta bene attento a non perderli!

Questa è una lezione importantissima per tutti, sia che investano nei mercati oppure no.

E' un dato di fatto che ci sono persone che sanno risparmiare e altre no. Il mio stipendio ad esempio è cresciuto insieme alla mia carriera ma io riuscivo a risparmiare anche da studente, e senza dover rinunciare a chissà cosa. Conosco persone che possono guadagnare 20000€ o 100000€ all'anno, ma avranno sempre il conto in rosso (o quasi). Sono quelle ad esempio, che riescono a vincere alla lotteria ed a ritrovarsi di nuovo poveri dopo qualche anno (se non qualche mese). E credetemi ce ne sono più di quello che potete immaginare.

Ma se un lavoratore può risparmiare limitando le proprie spese, come fa una società o un fondo che gestisce miliardi a "risparmiare" nei periodi di magra (cioè a non perdere ciò che ha guadagnato)?

Mette i soldi al sicuro. E quale è il posto più sicuro? Nonostante tutto, sono ancora gli Stati Uniti d'America.

Negli ultimi mesi, da quando la FED ha iniziato la via dei rialzi dei tassi di interesse, il rendimento dei treasury a 10y e 30y ha continuato a scendere, contro le previsioni dei soliti grandi analisti. In realtà come vedete dal grafico sopra è ormai da anni che il trend sembra segnato.

In fondo i soliti grandi analisti davano per certo anche la parità euro/dollaro, l'inflazione in target o sciagure post-BREXIT. Per fortuna di chi segue questo blog non ho soldi per pagare certa gente, che quindi non bazzica questi lidi.

I grandi fondi dunque, sanno che stiamo per andare in stagflazione e mettono i soldi nel luogo più sicuro che gli garantisca quel 2-3% di rendimento per pagare le pensioni private. I dazi e la conseguente guerra commerciale che si sta delineando sono un chiaro segnale che stiamo per rivivere un periodo simile a quello ante-bellico della seconda guerra mondiale.

Oggi non vi aggiorno su Milano perché la situazione non cambia: ancora mercato rialzista nel medio periodo, che servirà di preparazione al ribasso sul ciclo quinquennale.


















11 commenti:

  1. Comprando un trentennale USA ai rendimenti di oggi e tenendolo per 6 anni credo non sia inverosimile sperare in un rendimento in conto capitale del 50% più almeno un altro 15% sul cambio, pari ad un rendimento medio annuo dell'8,7%.

    Niente male direi!

    P.S.: ho usato la formula della duration modificata applicandola al titolo codice ISIN US912810RM27, ipotizzando un calo dei rendimenti del 2,7%. Per quanto riguarda il cambio EURO/DOLLARO credo che una rivalutazione del dollaro del 15% sull'euro sia probabilmente una stima per difetto: d'altronde dove possono fluire i capitali con lo spread Treasury/Bund sui titoli a lungo termine ai massimi da 29 anni a questa parte?

    Fabio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non so confermare questi rendimenti. Però posso dirvi quando prevedo l'inizio del rafforzamento del dollaro su euro. Per il resto la mia opinione credo sia chiara. Qualcuno conosce un buon broker per comprare treasury?

      Elimina
    2. Puoi tranquillamente operare con broker italiani online (Directa, Fineco, IWBank) che ti consentono di acquistare treasury sul mercato EuroTLX anche senza l'obbligo di aprire un conto in dollari. La liquidità su questo mercato è sempre garantita dai Market Makers, tuttavia non tutti i titoli di stato americani sono scambiati su questo mercato (sul sito www.eurotlx.com trovi quali sono quelli quotati).

      Se invece preferisci un broker estero tanto vale orientarsi su uno che ti permetta di accedere non solo al secondario dei bond, ma anche di azioni, opzioni, future, forex, warrant e cfd. A mio avviso uno dei migliori è Interactive Brokers. Tieni presente però che, in quest'ultimo caso, non potrai operare in regime di risparmio amministrato (ritenuta d'acconto alla fonte a titolo definitivo operata e versata dalla banca), ma sarai obbligato al regime dichiarativo per quanto riguarda la tassazione dei capital gain (dovrai cioè calcolare e versare le imposte per conto tuo indicandole negli appositi quadri della tua dichiarazione dei redditi).

      Spero di esserti stato d'aiuto, ciao Fabio

      P.S.: puoi dirci quando prevedi l'inizio del rafforzamento del dollaro sull'euro?

      Elimina
    3. Grazie Fabio,

      Per il dollaro euro quando girerà la bussola corrispondente lo segnalerò. Lo dico perché al momento non sono così certo che il dollaro debba rafforzarsi. La bilancia dei pagamenti europea (grazie al surplus tedesco) rimane in forte attivo e ciò impedisce la rivalutazione del dollaro nonostante i movimenti sui treasury. A meno che non scoppi un'altra crisi con relativo panico...

      Elimina
    4. Segnalo che mi sono informato con DIRECTA per i t-bond su EuroTLX(il broker che uso attualmente) e mi hanno risposto che "tramite Directa non è possibile negoziare strumenti obbligazionari in valuta diversa dall'euro".

      Elimina
    5. "tramite Directa non è possibile negoziare strumenti obbligazionari in valuta diversa dall'euro"

      Molto strano!
      Directa risulta essere aderente come intermediario al mercato EuroTLX https://www.eurotlx.com/it/Aderenti e sul proprio sito riporta anche le commissioni per operare su quel mercato http://www.directa.it/pub2/it/conto/100/mot.html
      Sul mercato EuroTLX sono negoziati tutti questi titoli di Stato https://www.eurotlx.com/it/strumenti. Come vedi ci sono pure 98 titoli di Stato del mercato USA.

      Io ho Fineco e non c'è nessun problema.

      Fabio

      Elimina
    6. Sembra strano anche a me, ma così hanno detto, io sono loro cliente e non sono disponibili quei titoli nella loro piattaforma, così come tutti quelli non in euro.

      Elimina
  2. "Non so confermare questi rendimenti ..."

    Conoscere la duration è utile per calcolare quanto varia il prezzo di un bond al variare del suo rendimento.
    Si possono trovare maggiori informazioni al sito http://www.borsaitaliana.it/notizie/sotto-la-lente/duration-durata-del-debito157.htm
    Tanto più un bond ha una duration lunga, tanto più sarà sensibile alla variazione del suo rendimento. Uno zero coupon (bond senza cedole) che scade tra 30 anni avrà una duration pari a 30, quindi tanto maggiore è la vita residua dell'obbligazione tanto maggiore è la duration. Inoltre: - tante più come numero sono le cedole pagate in un anno e tanto minore sarà la duration - tanto maggiore è l'importo percentuale della cedola pagata e tanto minore sarà la duration. In definitiva quindi se ci si aspetta un calo dei rendimenti come risposta ad una recessione conviene acquistare bond sicuri con vita residua lunga e che paghino cedole basse, perché saranno i più sensibili, in termini di rivalutazione di prezzo, al calo dei rendimenti.

    La formula della duration modificata può essere calcolata con un foglio di Excel con la funzione "formule finanziarie" - "durata" e immettendo i dati richiesti.
    Per il codice ISIN che ho indicato (Treasury 30 year, scadenza 15/5/2045, cedola 3%) la duration risulta pari a 18,51. A questo punto basta moltiplicare 18,51 * 2,7 = 49,977 (arrotondato a 50) per trovare il capital gain, ipotizzando un calo dei rendimenti da 3,012% (il rendimento di ieri del treasury) a 0,312% (più o meno il rendimento minimo toccato dal bund a 30 year nel passato). 6 anni è invece più o meno il tempo che il bund a 30 year ha impiegato a passare da un rendimento di circa il 3% al minimo dello 0,3%. Infine ho sommato il 50% di rendimento da capital gain al 15% di rendimento sul cambio (non ho considerato per semplicità il rendimento aggiuntivo dato dall'incasso delle cedole) e, con la formula inversa dell'interesse composto (i = [(165/100)exp 1/6 - 1] ho trovato il rendimento medio annuo per l'appunto dell' 8,7%.

    Ovviamente si tratta solo di ipotesi e non di certezze ma i calcoli possono essere utili per avere almeno un'idea: e la mia idea è che con la prossima recessione e probabilmente col nuovo QE che verrà varato (forse l'ultimo?) i rendimenti sul treasury a 10 anni americano possano toccare lo zero (cosa già vista col bund).

    Fabio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Fabio,

      La mia frase era riferita appunto al fatto che non so dirti a che rendimento arriverà il treasury 30y tra qualche anno ma la strada sembra segnata.

      Comunque la tua spiegazione e la tua ipotesi sono chiarissime e anche gli altri ne trarranno sicuramente beneficio.

      Saluti
      Ivano

      Elimina
  3. Utilissime spiegazioni, grazie anche da parte mia.

    Pure io sono interessato ad investire, o meglio, risparmiare su titoli di stato, magari Ivano puoi farci un articolo o addirittura una sezione/rubrica periodica, credo sarebbe molto interessante.

    RispondiElimina
  4. Il T bond è acquistabile anche su TOL Bancoposta.
    Ciao!
    Max

    RispondiElimina