domenica 22 novembre 2015

Aggiornamento FTSE MIB al 20 novembre 2015



Che cosa ci dice il frattale (che ormai da mesi accompagna l’indice cheek to cheek)?

Ci dice che ci dovrebbe essere un minimo relativo a febbraio 2016. Tale minimo relativo però, dal punto di vista ciclico, dovrebbe rappresentare la chiusura dell’annuale in corso. Ma se il frattale ha ragione, quel minimo non sarebbe propedeutico ad un rialzo importante, che forse partirebbe invece da agosto 2016, ma ad un “rialzino” che sfocierebbe in un colossale ribasso. La partenza ad agosto 2016 si sposa anche con la visione a lungo termine della mappa del quinquennale in corso.

Ci attenderebbero dunque periodi di stagnazione fino all’inizio del 2017, momento in cui il mercato ripartirebbe. Nel frattempo ci stiamo avvicinando al minimo di quel rialzino di cui sopra.

Sembra proprio che le politiche monetarie delle varie banche centrali (soprattutto Europa e Giappone) non servano a molto e non diano i risultati sperati. Per noi, significa che più si va avanti e più investire a lungo termine si rivela fallimentare, visto che le carte in tavola cambiano ogni volta più rapidamente, e più drasticamente. Pessime notizie per EmmE, che dovrà essere rivisto o, nella peggiore delle ipotesi, abbandonato. A meno che non si riesca ad andare a cena con Draghi circa ogni 2 mesi...

Per questo sto mettendo tutte le energie su T&C e sul nuovo TS che uscirà a breve, per creare un approccio nel breve-medio periodo che permetta di ottenere rendimenti decenti.

Certo, l’impegno da parte vostra è maggiore (comunque bassissimo) – ma amici miei, qui ci si sta spalancando un futuro fatto di privazioni di libertà (vedi attentato di Parigi seguito dal discorso di Hollande, il vero obiettivo di quest’altra tragedia, come il Patriot Act fu quello dell’11 settembre) e di lavori sempre più sottopagati (svalutazione dei salari dovuta agli squilibri della bilancia commerciale creati dall’euro).

Chi vuole salvarsi, è ora che affronti la realtà e si dia da fare...


8 commenti:

  1. Ciao Ivano,
    sono alle prime armi in borsa, ma questo punto, mi sembra illuminante il tuo post di mercoledi scorso: ci conviene giocare al ribasso da febbraio?
    Grazie
    Marco

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti conviene giocare al ribasso quando sai che l'indice scenderà. Da qui a febbraio non so che succederà, e tu?

      Elimina
  2. Ciao Ivano,
    mi pare di aver letto in un post precedente che il nuovo TS userà come strumento di trading il FIB e funzionerà senza stop loss. Se è cosi ti faccio allora un paio di domande:
    - l' operatività non sarà più l' intraday ma il breve-medio periodo, dico bene?
    - come funziona? Darai tu i segnali di ingresso ed uscita sul mercato?
    Grazie per le risposte.
    Fabio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto, T&C opererà sul breve (intraday) e questo sul medio. Si darò io i segnali, bisognerà solo controllare ogni giorno se c'è qualcosa da fare, ma per il momento ci sono stati anni in cui non c'erano più di 6-10 operazioni da fare. Il sistema sarà sempre tarato sul MINIFIB, ma è ovvio che possa essere esteso anche al FIB senza particolari problemi.

      Elimina
    2. Dimenticavo: mentre su T&C i segnali saranno pubblicati intorno alle 9:20 perché l'apertura si rivela spesso fondamentale, sull'altro il segnale verrà dato con molta probabilità il giorno prima.

      Elimina
  3. Caspita, mi dispiace per Emme! Ero pronto ad entrare!
    Questi giorni pensavo che una opportunità potrebbe essere rientrare su ETFMIB fino al rialzino per poi andare short.
    Max

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sto studiando strumenti più idonei (a "valle" delle scelte delle banche centrali) per ristrutturarlo. Sono ottimista, ma non è facile. Per il momento rimane così come è.

      Elimina