sabato 4 ottobre 2014

Cosa e' il Denaro? e l'Inflazione? - Puntata 2/3

Nella scorsa puntata abbiamo visto cosa è il denaro, le caratteristiche che deve avere, come è stato creato e quali vantaggi porta ad una comunità. 

Oggi vedremo come agisce la finanza, quella forza che garantisce che la ricchezza e il denaro venga distribuita tra le varie entità economiche della società.

Parleremo della forza principale di distribuzione della ricchezza: l'inflazione.

Cosa è l'inflazione?
Gli stati tentano sempre di inflazionare il denaro, per averne di più a disposizione della comunità, mentre i capitalisti, cioè chi usa il denaro per arricchirsi e generare reddito, hanno sempre impedito con ogni mezzo questa pratica.

Badate bene, gli stati possono anche approfittarsene in malo modo e far colare a picco interi imperi (ne ho parlato in un altro post sull'impero Romano) ma in generale la regola è questa, e funziona. E perchè funziona? Perchè l'inflazione è ciò che permette il passaggio della ricchezza dal LAVORO al CAPITALE.

Quando si inflaziona una moneta, la ricchezza viene tolta dal capitale per andare sul lavoro, e viceversa. L'inflazione riduce i debiti ed il valore dei crediti, la deflazione, il suo contrario, rende più difficile il pagamento dei debiti ed aumenta il valore del denaro.


Facciamo un esempio pratico
I vostri genitori da giovani hanno preso un mutuo per pagare casa. La banca gli ha applicato un tasso di interesse, che non rappresenta altro se non il costo del denaro che hanno preso in prestito. Molti di voi hanno visto le ultime rate del mutuo dei propri genitori: sono bassissime!

Seguendo una regola fondamentale dell'economia che dice che "un euro oggi vale di più di un euro domani" il debito dei vostri genitori si è svalutato con il tempo. La stessa rata mensile che vi sembra molto contenuta, quando hanno preso quel mutuo, era probabilmente una bella fetta del loro salario.

Ciò è successo a causa dell'inflazione. La banca, applicando un interesse in previsione di una inflazione di una certa entita, si è difesa dalla svalutazione per fare in modo di ottenere comunque un profitto alla fine dell'operazione. Avrebbe potuto guadagnare molto di più con una inflazione più bassa e costante (invece in Italia l'inflazione prima dell'euro era spesso ballerina e presentava picchi esagerati). Il debito del lavoratore si è ridotto (ha restituito gli stessi soldi pattuiti ad inizio contratto, ma quegli stessi soldi valevano molto meno) ed il credito della banca, che rappresenta il capitale, anche.

Questo funzionamento fa si che l'inflazione sia la tassa più democratica che esista! Essa infatti colpisce in percentuale sempre uguale la ricchezza. Altro che aliquote IRPEF!

Una vera democrazia dovrebbe imporre infatti, a rigor di logica, che tutti pagassero la stessa aliquota. Guadagno 10.000 o 1.000.000 pago sempre la stessa percentuale.

"Ma cosi i ricchi pagano poco!" Davvero?

Ma scusa quello che ha guadagnato il milione, forse se lo è anche meritato. Deve pagare di più per me che voglio fare una vita tranquilla da impiegato e guadagnarne solo 10.000€? Con un'aliquota al 10% , uno pagherebbe 1.000 e l'altro 100.000. Ti sembra che il ricco paghi di meno? O troppo poco?

Così invece pagherebbero tutti uguale, non avremmo bisogno di consulenti per pagare le tasse e gli imprenditori non scapperebbero o non sarebberero disincentivati dal fatto che tutto il mazzo che si fanno va in tasse per chi magari il mazzo non se lo vuole fare!

Infine, l'inflazione è l'arma migliore contro l'evasione fiscale. Altro che POS obbligatorio! L'inflazione toglie valore al denaro per ridurre il debito (incluso quello pubblico) e quindi puoi anche tenertelo sotto il materasso perchè lo hai fatto "a nero" - quel denaro è di fatto "tassato" indirettamente, senza che tu possa farci nulla per impedirlo!

"Ma puoi cambiarlo con altre valute!"

Si, ma se lo fanno tutti la moneta venduta si svaluta nei confronti di quella comprata (andate a vedere che è successo al franco svizzero nei confronti dell'euro dall'inizio della crisi attuale), e te la prendi sempre nel saccoccio!


Giustizia sociale
Questo diverso utilizzo del denaro quindi, può far si che lo stesso venga usato per creare una società più giusta ed equa, oppure per accrescere la ricchezza di chi ha già denaro.

L'inflazione italiana era più alta che negli altri paesi prima dell'euro, ma mentre il capitale ed il risparmio subivano perdite, le differenze nella distribuzione del reddito erano immensamente inferiori a oggi. L'inflazione è il modo subdolo per "far rimettere a noi i nostri debiti, come noi li rimettiamo ai nostri debitori", e colpisce in particolar modo chi possiede molto denaro, perchè nè riduce il valore. Avevamo più inflazione (mentre oggi abbiamo deflazione), ma il grado di giustizia sociale e di distribuzione del reddito era maggiore di oggi.

Una famiglia con un solo stipendio riusciva a farsi casa, mandare i figli all'Università, ed anche a risparmiare. Oggi la stessa famiglia non ce la fa ad arrivare a fine mese con due stipendi. La lotta all'inflazione ha costretto le donne, con il falso mito dell'emancipazione, a lavorare come muli e non poter quasi più permettersi di accudire i figli. La parità doveva significare scelta per la donna e pari diritti, invece si è trasformata in necessità di un doppio salario e quindi raddoppio del lavoro (sono compagne, mamme e pure lavoratrici). Le tutele promesse, spariscono sempre più ad ogni finanziaria e taglio alla sanità.

Capite? Il cittadino medio che guadagna e spende il denaro è meno colpito dall'inflazione alta, perchè i salari mediamente vengono ritoccati tenendo conto dell'inflazione (scala mobile) e perchè detiene risparmi "normali" ai quali attinge nei momenti di bisogno, che sono rari perchè ha un reddito. Il ricco invece ha soldi che deve continuamente investire e disinvestire con una alta inflazione pena una riduzione significativa del loro valore, e fa una fatica della m...a!

La seconda puntata finisce qui. Chiuderemo con la terza prossimamente. Poi saprete tutto quello che c'è da sapere. E se voterete ancora per persone che vogliono l'Europa a tutti i costi o simili amenità, io non so proprio che altro farci.

Nessun commento:

Posta un commento