mercoledì 4 dicembre 2019

La Foresta di Borsole

Come sapete sull’ultima posizione del "giochino" è scattato lo stop-loss per pochi punti, poco prima che il mercato venisse giù.

Succede.

Succede anche di avere fortuna, e di non venir stoppati.

Succede perchè si è dimenticato di metterlo, lo stop-loss...

Fatto sta che non sono qui a vantarmi di un profitto. Oltretutto, se vedessi uno che mi scrive di mettere uno stop, lo stop scatta, e poi mi dicesse che lui ha comunque fatto un profitto, gli darei del cazzone.

Quindi, per evitare di autodichiararmi cazzone, mettiamo le cose in chiaro: il giochino simulato ha fatto ZERO su quel segnale. Punto.

Ma la mia distrazione ha comunque portato in cassa circa 68€ nette. La posizione aperta era bassa, mi serviva per “toccare con mano” una situazione vera e non una simulata, visto che per esperienza so che tra le due c’è una sostanziale differenza creata dall’operatività.

Fatto sta che già stavo ritornando sul sito di Treedom da una settimana continuando a rimuginare e non poteva essere un caso, che la “foresta” base costasse 69,9€.

La fortuna secondo me non esiste, perchè penso di vivere in un mondo fatto di probabilità. D'altro canto, quando l’Universo ti manda un segnale chiaro, non puoi ignorarlo.

Ecco quindi comparire nell’intestazione in alto del blog, il link "la Foresta di Borsole".

Chi vuole contribuire ad ingrandirla, deve iscriversi a Treedom e comprare un albero, assegnandolo alla stessa. L’albero può essere scelto in base all’impatto economico che produce, oppure quello ambientale. E tante altre cose che potete leggervi nel sito.

Oltretutto, visto che molti sono fautori del “aiutiamoli a casa loro!” e molti progetti coinvolgono paesi africani, quale miglior modo per passare dalle chiacchiere ai fatti?

Per onor di cronaca, potete anche comprarvi un albero o una foresta per cazzi vostri, ma se siete contenti del blog e volete donare in maniera diversa qualcosa, ne sarei felice. Non importa se quei denari non andranno a me.

Col blog non ci mangio: è solo l’unico modo che conosco per contribuire al cambiamento del sistema in cui viviamo, portando la conoscenza economico-finanziaria che sta dietro ad una società più egalitaria, a più persone possibili.

Il blog andrà avanti o si fermerà indipendentemente dalle vostre donazioni, ma un albero continuerà a crescere per anni e per tutti.

La mia parte l’ho fatta (un po’ in ritardo e con un aiutino...).

Ora chi vuole faccia la sua.


Saluti
Ivano

3 commenti:

ATTENZIONE: Postando un commento accetti la privacy policy di questo sito, redatta in adempimento dell’art. 13 del D. Lgs. 196/2003 e dell’art.13 del Regolamento UE n. 2016/679. La privacy policy è visibile da tutte le pagine del blog mediante link nel menù principale in alto a destra.