mercoledì 1 marzo 2017

W.T.O. (World Trade Organization)


Avevo detto che avrei creato una sezione con delle risorse per formarsi e studiare economia "seria".

Vorrei iniziare con qualcosa di soft che sembra fuori tema, ma non lo è.

Il libro si chiama WTO - Tutto quello che non vi hanno mai detto sul commercio globaleVorrei farvene capire l'importanza citando alcuni passi.

Voglio sottolineare come tale libro sia uscito nel 2000, più di quindici anni fa. In quel momento la globalizzazione era agli inizi e internet non aveva la potenza di fuoco di oggi.

"siamo di fronte ad un tragico allettamento, nel quale i vincenti ed i perdenti sono già noti prima ancora che vada ad effetto: i perdenti sono i lavoratori, i consumatori e le comunità di tutto il mondo, mentre trionfa il grande capitale nella sua corsa verso i profitti a breve termine. Nel regime imposto dal WTO, lo scivolamento verso il basso non si verifica solo per le condizioni di vita e per la tutela della salute e dell'ambiente, ma anche per la stessa democrazia."

Vediamo l'inquinamento è aumentato, la gente non consuma più (perché non ha reddito), la qualità del cibo è sempre peggiore e la democrazia è stata "sospesa" di fatto in molti stati. 

Fin qui ci siamo.

"negli USA se non tracciamo noi il collegamento tra i problemi locali e la spinta delle multinazionali alla globalizzazione politica ed economica, saranno altri a denunciare questi crescenti e inevitabili problemi attribuendone la responsabilità a fattori diversi "e' colpa degli immigrati", "è colpa dello stato assistenziale", "è colpa degli operai e dei contadini che chiedono troppo", " è colpa delle barriere commerciali". Permettere che le cause reali di questi sfaccettati problemi risultino così travisate significa accettare di distogliere l'attenzione dagli obiettivi reali, creando divisioni tra i cittadini a vantaggio delle imprese globali."

Mmmmhhh. Non vi ricorda qualcuno? Uno biondo il cui nome inizia con "Tr" e finisce con "ump"?

Ma lo so, voi avete poca fantasia e siccome non vedere triangoli e fasi di accumulazione non state capendo a che serve questo per la formazione.

Se aveste letto questo libro nel 2000 che avreste fatto?

Io avrei comprato titoli citati nel libro: American Express, Shell, Citicorp, Pfizer e altri di mia conoscenza come Nestle, Mcdonalds, Coca-cola, Novartis, Monsanto. Come sarebbe andata?

Eccone alcune, potete divertirvi con molte altre.






E quella che trovo più divertente, MONSANTO. Se uno legge i giornali, dovrebbe essere in bancarotta con tutto il casino sugli OGM che va avanti ormai da anni.


Notate la scia di dividendi dal 2007 in poi.

Morale?

A mia conoscenza, nessuna Corporation è mai fallita in questi anni. Al limite l'azione si è mantenuta stabile, ma ha sganciato lauti dividendi nel frattempo. Rischio di perdere capitale zero, se uno capiva il ruolo e la potenza del WTO e dove stavamo andando.

Questi so' sordi, non il 700% delle opzioni binarie, pia illusione per fregare polli.

Questa è conoscenza. Questa è finanza.

Questo significa capire dove tira il vento, così da piazzare con relativa certezza la propria liquidità.

Anche se alcuni che si credono molto intelligenti, quando gli farete notare certi piani nascosti parlando di élite che governano il mondo, vi chiameranno...

COMPLOTTISTI!

11 commenti:

  1. "Il complotto" è una sorta di categoria in cui gli stolti, specie in internet, classificano dinamiche troppo complesse per la loro scarsa capacità di analisi (eufemismo).

    Non vedo molti complotti, ma solo persone troppo stupide e/o poco informate.

    Mi raccomando fate girare!!!1!UNO!!

    Un saluto
    Andrea

    RispondiElimina
  2. L'argomento per me implica anche valori personali.
    Molte volte ho pensato se sia moralmente corretto investire in corporation come ad esempio la Monsanto, la Philip Morris oppure aziende di produzione di armi come la Rand Cam.
    A tutti gli effetti ti rendi socio.
    Il fumo fa male, le armi fanno male, il cibo che passa sotto la Monsanto fa male....faccio bene a investirci? :-)

    In sostanza, se vuoi far rendere i tuoi risparmi per raggiungere i tuoi sani obbiettivi
    ti devi compromettere per forza?

    Meno male che esistono i fondi tipo SWDA dove acquisti 1600 società e neppure le noti queste corporation di illuminati!
    Scherzo....

    Grazie per la nuova sezione,
    Saluti
    Max

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Interessante l'argomento sull'etica e i valori morali. La risposta sarebbe molto lunga, quindi credo che ne parlerò in una sezione a parte. Ciao

      Elimina
  3. Potremmo concludere dicendo: non siamo noi ad essere "complottisti", sono loro ad essere un po' troppo permeabili alla propaganda:)

    saluti
    Andrea

    RispondiElimina
  4. Mi permetto di segnalare una sorta di "bigino" in pdf del libro:
    http://onnis.altervista.org/ingegneria/wto.pdf

    Una domanda, Ivano: cosa ne pensi del seguente sito che ho trovato in rete, per farsi un'idea dell'analisi ciclica?
    http://www.3ndy.biz/cicli_borsa.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per il links Christian. Il secondo sito mi sembra spieghi la teoria classica sui cicli, credo vada bene. Ciao

      Elimina
  5. Grazie per il consiglio, ho gia' messo questo libro nella lista dei prossimi da leggere. Poter farne un'analisi anche alla luce di quella che e' la visione di The Donald, sara' sicuramente interessante. Ogni tanto bisogna guardare le cose da diverse angolature. Complimenti e buon lavoro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le esternazioni di Donald sono contro il wto... Ecco secondo me perché sta sulle palle a tutti.

      Elimina
    2. A questo proposito mi sorge spontanea una domanda... chi c'è (se c'è) dietro Donald?

      Elimina
    3. C'è solo lui e i suoi bisogni (è sempre un miliardario iper-capitalista). Bisogna vedere però quanto ci metteranno a ridimensionarlo se le sue mire si discostano troppo da quelle delle élite

      Elimina