venerdì 29 luglio 2016

Sobrietà e coraggio...

Le proiezioni demografiche tedesche prevedono un calo della popolazione da qui al 2080 di quasi 15 milioni di unità. Quelle dell'Italia prevedono invece un aumento di circa 5 milioni di unità nello stesso periodo.

Non solo,  l'età media in Germania è di circa 45 anni, peggio della nostra (anche se noi seguiamo a ruota).

Cosa significa in pratica, per la vita futura dei tedeschi?

Senza il mezzo milione di immigrati che la Merkel vuole, la Germania avrà un welfare insostenibile. Anche perché all'inizio della crisi migratoria è stata "chiara" (tra le righe): lei si prende i siriani, quelli laureati, specializzati, etc. I disperati ed i criminali invece rimangono in Italia, in Francia, in Grecia, etc.

L'altra faccia della medaglia della sostenibilità della società tedesca, consiste nel creare scompensi economici in Europa con l'austerità per far si che dai paesi limitrofi, i giovani promettenti (i famosi "cervelli") si dirigano da loro.

Ed ecco allora che dopo gli attentati di Monaco ma soprattutto di Ansbach, la Merkel ha detto chiaro e tondo che la politica sugli immigrati "non cambierà".

Ovvio, l'abbiamo scritto sopra il perché!

Per fare bella figura poi, ha aggiunto che lo fa perché "I terroristi vogliono spezzare il nostro modo di vivere e di accogliere le persone in difficoltà, spargono odio e paura tra culture e religioni", ma "noi siamo assolutamente contro tutto questo".

Ho le lacrime, lo fanno per solidarietà allora! Che magnanimi! Mi sono sbagliato!

Ma quello che mi da la nausea sono i commenti dei nostri giornalisti.

Se leggi ad esempio el Pais, troverai la notizia come dovrebbe essere riportata: la Merkel ha detto questo, ha fatto quest'altro, piripi, parapa, fine.

Da noi no. Da noi una simile ipocrisia viene mostrata come un atto di "sobrietà e coraggio".

Che coraggio c'è nel decidere di continuare a far entrare extracomunitari tra cui si nascondono diversi terroristi, a discapito del tuo popolo, perché tanto come governante sai che nessuno di loro si avvicinerà mai a te per farsi saltare in aria?

Coraggio? A Roma lo chiamiamo pittorescamente "fare i froci col culo degli altri" e rende benissimo l'idea. Il vero coraggio sarebbe dire al popolo tedesco chiaro e tondo le cose come stanno.

Ma questo sappiamo bene che non succederà mai.

3 commenti:

  1. Ma ridurre il carico fiscale sulle famiglie e permettere ai tedeschi di mantenere famiglie più numerose no? Sono politiche volutamente idiote, sullo stesso modello di quelle italiote.

    Michele

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In Germania per ogni figlio lo stato ti dà un sussidio di 200 euro al mese fino a 18 anni (o 25 anni se il figlio non trova lavoro). È uno dei sussidi per i figli più alti tra tutti i paesi dell'UE.
      Nonostante questo la Germania è il paese con meno natalità dell'UE.
      Al 2° posto c'è l'Italia, dove però non c'è nessun sussidio per i figli.

      Secondo me i figli non si fanno più non per motivi economici, ma per altro...

      Elimina
    2. La Germania applica politiche che reprimono i salari da tempo. Per calmierare gli effetti di questa scellerata scelta, utilizza una lunga serie di sussidi. Rimane il fatto che anche il tedesco medio dal suo punto di vista si è impoverito negli ultimi anni, quindi ci pensa bene prima di fare figli.

      Così la vedrei io.

      Elimina