domenica 13 settembre 2020

Aggiornamento del 11 settembre 2020 ------------------------- Dollaro

Salve a tutti. Niente di rilevante oltre la Lagarde in settimana.

La cosa più interessante è notare come, nonostante l'uscita sfortunata della Lagarde, il dollaro non sia crollato come molti pensavano. Rimaniamo con la resitenza a 1,1917.

La Lagarde ha sorpreso molto con le sue esternazioni. "Ma che ci sta a fare allora alla direzione della BCE?" Rispondo io: nulla, come a nulla servono le banche centrali, da quando sono state create indipendenti.

Oggi sono brevissimo, fate domande voi nei commenti se avete dubbi. Personalmente non vedo niente di nuovo di cui parlare.


Link all'aggiornamento precedente

12 commenti:

  1. Per chi volesse investire in oro, oltre ai metodi tradizionali (oro fisico o ETC che replica l'andamento del sottostante), c'è la possibilità di investire in società di esplorazione e produzione mineraria. Si può fare tramite due ETF: GDX o il più speculativo GDXJ che investe in azioni di società di minori dimensioni ma con alto potenziale di crescita nel caso l'oro aumenti di prezzo.

    Tuttavia occorre dire che costruire e gestire una miniera è un business molto costoso e non privo di rischi perchè difficile da prevedere e controllare (rischi politici, attivismo ambientale, proteste sindacali, nuove norme sulla sicurezza ecc.).

    Se si desidera investire in questo settore con lo stesso potenziale di rivalutazione, ma con il "paracadute", si può optare per l'investimento in società di royalty e di streaming sull'oro. Una società di royalty aiuta a finanziare i progetti di esplorazione e produzione delle società minerarie fornendo loro capitale e in cambio riceve una percentuale fissa della produzione della miniera (es. 3% del fatturato) in genere per tutto il tempo in cui la miniera è attiva. Una società di streaming ottiene invece una certa quantità del metallo della miniera (es. il 7%) ma ad un prezzo molto più basso (anche 50% in meno) del prezzo di mercato; potrà così realizzare un profitto vendendo l'oro spot e guadagnando perfino se il prezzo dell'oro scende.

    Non essendo responsabili degli enormi costi delle infrastrutture e di esercizio delle società reali che gestiscono la miniera non sono alle prese con nessuno dei rischi ai quali accennavo prima. Per questo motivo solitamente fanno dei buoni profitti (hanno il ratio ricavi/numero addetti fra i più alti di Wall Street), hanno un buon flusso di cassa, un basso rapporto debito/capitale e solitamente distribuiscono anche discreti dividendi. Detenendo portafogli altamente diversificati di royalties, mitigano poi il rischio di concentrazione nel caso in cui una delle società smetta di produrre metalli preziosi.

    Personalmente credo che gli "smart money" sull'oro non possano esimersi dall'investire in queste società.

    Queste sono le 5 più grandi: Franco-Nevada (FNV), Wheaton Precious Metals (WPM), Sandstrom Gold (SAND), Royal Gold (RGLD) e Osisiko Gold Royalties (OR): io focalizzerei l'attenzione sulle prime 3, che sono quelle con i migliori fondamentali.

    RispondiElimina
  2. è tutto molto interessante..grazie Fabio !!!!

    RispondiElimina

  3. Buongiorno a tutti.
    Si potrebbe parlare di una golden economy, ho dato uno sguardo ai multipli delle aziende segnalate da Fabio, ad esempio il P/E, queste aziende hanno valori assai elevati, sembrano già scontare oggi gli eventuali rialzi della materia prima oggetto del loro business.
    Saluti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lascia stare i P/E, è un parametro fuorviante che proprio non guardo quando faccio trading.

      Ci sono un sacco di aziende con P/E bassi ma con fondamentali che fanno schifo. Infatti il P/E è basso proprio perchè il prezzo sta scendendo da anni.

      A noi interessano aziende con utili e fatturato in crescita e con un trend impostato al rialzo. La maggior parte di aziende con queste caratteristiche hanno P/E elevati, ma questo non vuol dire che i prezzi non possano crescere ulteriormente. E come trader "trend follower" a noi interessa catturare, almeno in parte, una porzione del futuro trend ascendente che verrà sicuramente di pari passo con l'aumentare delle quotazioni dell'oro.

      Elimina
    2. Oggi vorrei parlarvi di quella che potrebbe essere una speculazione vera e propria: sto parlando del prezzo del platino.

      Ho l'abitudine di tenere costantemente in watchlist possibili occasioni di trading su qualsiasi tipo di sottostante od eccessivamente sovraquotato o enormemente sottovalutato, per puntare, se del caso, nella inversione del suo trend al momento più opportuno.

      Il platino è in un mercato orso da 10 anni. Oggi quota intorno ai 900$, praticamente in svendita. Il platino viene spesso estratto nelle stesse miniere che di oro, argento, e palladio.

      Il palladio è sempre stato considerato il "cugino" povero del platino, e storicamente ha sempre avuto una quotazione pari a circa la metà del platino, ma oggi le quotazioni si sono invertite. Il palladio è meno raro, ma i due metalli sono chimicamente molto simili.

      Per chi non lo sapesse entrambi possono essere usati per i converter catalitici dell'industria automobilistica. Se avviene una modifica nel prezzo del palladio e del platino la casa automobilistica trova più conveniente produrre i nuovi converter col metallo più economico del momento. Da quello che so oggi, i produttori di auto, stanno per fare il cambio nei loro motori a favore del platino più economico. Successe la stessa cosa nel 2008 ma a favore del palladio che ebbe un forte rialzo in quel periodo a scapito del platino che perse valore.

      Il platino fa da catalizzatore anche alle celle ad idrogeno che oggi vengono utilizzate in sostituzione delle batterie al litio, perchè più silenziose e sopratutto più durature. Oggi il business sta raggiungendo i prodotti di massa e gran parte della domanda di veicoli a celle d'idrogeno proviene dalla Cina.

      Per farla breve tutti gli ingredienti per un futuro bull trend del platino sono serviti. Nel caso, per cogliere l'occasione, si potrebbe optare per questo ETC quotato alla borsa di Milano: PHPT.

      Elimina
    3. Io sto già investendo nel portafoglio con l'ETF sui metalli preziosi PHPM che contiene circa il 50% di oro, poi palladio (25%), argento (20%) e platino (5%).

      Elimina
    4. Interessante, non lo conoscevo, grazie per il suggerimento.

      Ultima cosa sull'oro poi, giuro, la smetto di rompervi le balle.

      https://www.macrotrends.net/1378/dow-to-gold-ratio-100-year-historical-chart

      Questo è il grafico del Dow/Gold ratio dal 1915 ai giorni nostri. E' il rapporto tra l'andamento del Dow Jones e dell'oro ed indica quale dei due mercati sta performando meglio dell'altro. Quando il grafico scende l'oro sta performando meglio delle azioni americane e viceversa.

      A mio avviso è il più fantastico indicatore segnalatore dei bull-market dell'oro: quando raggiunge un picco superiore e comincia a decrescere, significa che il bull-market dell'oro è iniziato. Dal grafico sono ben visibili i precedenti bull-market, quello degli anni '30, degli anni '70 e, più recentemente, degli anni 2000.

      Oggi sta accadendo di nuovo e la linea da un picco sta incominciando a scendere.

      Nei primi due bull-market la linea arrivò intorno a 2, mentre in quello del 2000 si fermò poco sotto i 7. Attualmente siamo a 14, il che significa che il rally è ancora agli inizi ed ha molta, molta strada da percorrere.

      E quando parte l'oro gli altri metalli preziosi seguono a ruota.

      Non mettere oggi l'oro in portafoglio significherebbe perdersi un'occasione che si ripeterà poche volte nella storia. Spero che il messaggio sia chiaro!

      Elimina
    5. No, no non smettere, anzi...
      In realtà penso che ormai tutti o quasi qui dentro abbiano posizioni sui materiali preziosi. Se mai, più che smettere, suggerisci quando aumentare le posizioni :)
      Ciao
      Paolo

      Elimina
  4. Grazie veramente per la condivisione!

    Marco

    RispondiElimina
  5. Ciao Fabio e grazie per la condivisione. Sembra fatta apposta per me.
    Mi sto costruendo un portafoglio pigro a distribuzione, ma l'oro ovviamente non distribuisce dividendi... Le azioni che hai suggerito potrebbero essere un buon compromesso! Grazie di nuovo

    RispondiElimina
  6. Dire che spalleggi la Lega di merda è dire poco!se c’erano loro al governo facevano le stesse cose di bolsonaro.e se c’è così tanta gente che li vota in Italia è giusto che facciamo la fine del terzo mondo come il Brasile.altro che quarta potenza mondiale di sto cazzo.Scusa ma stavolta hai esagerato con le cazzate in politica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Penso che hai postato nell'aggiornamento sbagliato. Pubblica il commento in quello corrispondente che ti rispondo.

      Elimina

ATTENZIONE: Postando un commento accetti la privacy policy di questo sito, redatta in adempimento dell’art. 13 del D. Lgs. 196/2003 e dell’art.13 del Regolamento UE n. 2016/679. La privacy policy è visibile da tutte le pagine del blog mediante link nel menù principale in alto a destra.