mercoledì 28 ottobre 2015

Tu guardi il dito o la luna?

Quando il saggio indica la luna, lo stolto guarda il dito”.

Il significato è chiaro(?): non bisogna analizzare la sola parte visibile (oggi diremmo quella “pubblicizzata”) degli eventi, ma saper guardare oltre per coglierne l’essenza, il vero significato, che non necessariamente si trova sulla superficie.

La società in cui viviamo non si comporta da saggio, sottolineando che l'apparenza è tutto e che bisogna vivere con superficialità, esaltando valori falsi e non parlando di quelli veri.

I media, che sono la mano che dovrebbe sorreggere il dito, hanno da tempo smesso di puntare alla luna. Al contrario, fanno di tutto affinché l'umanità si soffermi a guardare il dito, e si dimentichi completamente della luna. E ci sono riusciti - le persone sono diventate così superficiali, che ormai non ricordano neanche più che la luna esiste ed è sempre lì, bella e splendente.

Ma anche in borsa c’è il dito e la luna.

Il dito sono le continue notizie che generano panico ed euforia all'occorrenza, per mandare fuori posizione i traders ed i piccoli investitori, la luna la verità che solo i numeri e l’analisi dei dati possono svelare.

Ma c’è di più. Se si guarda bene in un grafico di borsa, ci si accorge che anche lì c’è un dito, di cui tutti parlano, e una luna, di cui non parla nessuno.

Quanti siti di borsa parlano di livelli dei prezzi? Quanto di analisi tecnica con i prezzi? Quanti di segnali di acquisto e vendita con i prezzi? Quanti di supporti e di resistenze (per i prezzi ovviamente)?

Quanti invece parlano in maniera approfondita di volumi?

Vo.... che? Scommetto che parecchi di quelli che leggono neanche sanno di che parlo, però hanno già comprato e venduto strumenti finanziari (male molto male...)



I volumi, l'essenza dei mercati
Ragazzuoli, in borsa i prezzi sono il dito e i volumi rappresentano la luna.

La borsa è denaro, e il denaro si scambia, e i volumi rappresentano l'entità degli scambi, e quindi quanto denaro circola. I prezzi invece non raccontano nulla di tutto ciò.

Senza prezzi la borsa esisterebbe, senza volumi no, perché non ci sarebbe scambio, ergo, non ci sarebbe un mercato. Avete mai visto un mercato ortofrutticolo funzionare con clienti che vanno lì senza soldi? Le merci (azioni) possono pure stare sui banchi (nei books) ma se la gente va col portafoglio vuoto non succede nulla perché non si scambia (mancano i volumi) una beneamata fava (visto che parliamo di frutta e verdura...)

I soli movimenti dei prezzi, non supportati dai volumi, sono sole per fregare i polli.

Prendiamo ad esempio, una figura di inversione classica, un testa e spalleQui sotto ne vedete uno a posto

Qui invece, uno tarocco


Riuscite a notare la differenza?

I volumi, appunto.

Osservate.

Nel primo grafico, quadrato viola (spalla) a sinistra, i volumi sono bassi. Quindi fin qui ci siamo. Mentre andiamo verso il quadrato nero, (la testa) i volumi si alzano ma cominciano a rimanere costanti (quindi i prezzi scendono ma le vendite non aumentano). Subito dopo essere usciti dal quadrato nero, i prezzi salgono accompagnati dai volumi che si alzano. Sul quadrato viola di destra, (spalla) i volumi sono alti. Non solo, quando i prezzi scendono di nuovo, i volumi sono bassi (freccia rossa). Nessuno vende più e il rialzo può partire, ed infatti si riparte con volumi che si impennano.

Nel secondo grafico, quadrato viola (spalla) a sinistra, i volumi sono bassi. Quindi fin qui ci siamo di nuovo. Mentre andiamo verso il quadrato nero (la testa) i volumi si alzano ma cominciano a rimanere costanti e addirittura a scendere (quindi i prezzi scendono ma le vendite cominciano ad assottigliarsi). Ancora tutto bene. Subito dopo essere usciti dal quadrato nero, i prezzi salgono ma i volumi no! Sul quadrato viola di destra (spalla) i volumi sono quindi bassi. La freccia rossa indica il momento in cui i polli rientrano pensando che si sia formato un testa e spalle, che invece è un tarocco. Non solo, quando i prezzi scendono di nuovo, i volumi si impennano. Ancora c'è qualcuno che vuole vendere e il rialzo NON può partire, ed infatti si va giù di brutto.

E quindi tutti quei siti che parlano di analisi tecnica menzionando solo i prezzi, e mai i volumi? Io me ne terrei ben lontano...

Questo Halloween, per bilanciare il fine di questa festa, che serve solo a vendere puttanate nei discount e in qualche negozietto (la festa del consumismo appunto), ho deciso di regalarvi questa lezione importantissima (in analisi tecnica, la più importante in assoluto). 

Adesso sta a voi approfondire.


Saluti
Ivano

6 commenti:

  1. In effetti il fattore Volumi l'ho trovato citato ma molto velocemente, di sfuggita, nei supporti educational della piattaforma di trading che ho visto finora.
    Grazie per aver evidenziato l'importanza di questo fattore. Approfondirò.

    Pier

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una volta imparato a leggerli, si può quasi fare trading guardando solo i volumi, senza neanche vedere dove sono i prezzi, tanto per ribadire l'importanza.

      Elimina
  2. Ciao Ivano mi puoi consigliare un libro in italiano sull'analisi tecnica comprensibile e che dia il giusto risalto ai volumi?
    Grazie
    Fabrizio

    RispondiElimina
  3. Ciao Ivano, avevo scritto un post chiedendo se conoscevi siti da cui scaricare i volumi dei principali indici, ma constato che è stato cancellato. Grazie lo stesso
    Antonio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Antonio, non so cosa sia successo, ma il tuo messaggio era nello spam e me ne sono accorto solo ora! Mi dispiace. I volumi li puoi scaricare da una qualsiasi piattaforma, altrimenti prova su investing.com - di solito ci sono prezzi e volumi.

      Scusami ancora!

      Elimina