giovedì 19 giugno 2014

Nati con la camicia

Per avere successo nella vita bisogna avere determinazione, coraggio, pianificazione e una ottima visione dei possibili scenari che ci si possono aprire davanti. A tutto ciò si aggiunge il caso, l'incertezza degli eventi, o come si dice dalle mie parti, la fortuna e la sfiga.

Per il momento non ho visto queste facoltà in Renzi - il coraggio che ostenta sembra più presunzione, arroganza e menefreghismo per le opinioni degli altri. Ma questa è una mia impressione. Su una cosa invece sono più sicuro - un bel po' di culo ce l'ha. Perchè dico così? Guardate il grafico sotto.

E' una nuova bussola - la "Bussola dell'Imprenditore"


Essa prevede lo sviluppo della produzione industriale Italiana con più di un anno di anticipo. Quindi sembrerebbe che da ora in poi assisteremo ad un aumento della produzione industriale per circa un anno, finchè, come vedete, essa iniziarà ad inabissarsi di nuovo (non si sa ancora di quanto). Nel prossimo anno, in cui questo governo si svenderà di tutto per un piatto di lenticchie mentre darà a qualcuno (neanche a tutti) abbastanza soldi per fare spesa per due settimane (se mangiate quasi esclusivamente pane e salmone come la Picerno) la TV manderà regolarmente in onda aumenti di produzione industriale con fare gioioso. Renzi & Co potranno lodarsi e sbrodolarsi dicendo che è tutto merito loro (ma de' che!) e nessuno gli romperà più le scatole. Quando le cose si rimetteranno male gli Italiani si saranno dimenticati già tutto, e allora sarà colpa di qualche altra crisi internazionale dove loro non c'entrano nulla (te pareva!) e piano piano si arriverà verso le prossime elezioni politiche, con altre manovre di miliardi per rispettare il Fiscal Compact.

La strada è già segnata, a meno che Draghi non cambi rotta e si metta a fare anche gli interessi dei paesi del sud Europa. In questo caso, la bussola indicherebbe un cambio di rotta, e la previsione che si vede adesso per l'estate 2015 cambierebbe.

Cari Lettori, se capite di finanza (almeno un po') avrete un vantaggio incredibile sul resto della popolazione mondiale, e non sto parlando solo di modi per generare reddito...

Alla prossima
Ivano

2 commenti:

  1. Ciao. Qui trovo sempre qualcosa di interessante e volevo ringraziare. Per quanto riguarda le ultime frasi dell'articolo...se capiamo un po di economia emh, purtroppo troppo poco e ti chiedo stando al grafico prod. Ind. Significa che dopo lo storno che dovrebbero aggirarsi sui18800/19000 per autunno poi si spara al rialzo per un altro anno ?.( Per quanto riguarda il trading. ) Per il resto intendi che avremo un futuro di sacrifici?
    Grazie ciao

    RispondiElimina
  2. La borsa anticipa sempre l'economia reale. Sono due anni che la borsa sale e quindi prima o poi anche la produzione industriale dovrebbe seguire, questo è quello che dice la "bussola dell'imprenditore". Io penso che questo autunno l'indice della borsa italiana farà il massimo (se non lo ha già fatto) e poi inizierà a scendere. Allo "storno" di cui parli te seguira un rialzo che non dovrebbe essere troppo forte, visto che saremo sul massimo del quinquennale. Se vuoi una visione grafica va a vedere la borsa nel '92. All'impennata dovuta alla svaluatazione segui una discesa, non troppo forte, a cui segui il grande rialzo successivo.

    Futuro di sacrifici? Per chi vive di lavoro e per vivere ha bisogno di tanto denaro, sicuramente. In più, il Fiscal Compact ci condanna a lacrime e sangue per 20 anni.

    Nel 2016, avremo una svolta secondo me - o morte o rinascita. Staremo a vedere!

    A presto

    RispondiElimina